Questo articolo è stato letto 4 volte

Servizi alle Pmi già tutti online

Fonte: Il Sole 24 Ore Centro-Nord

FIRENZE – Il Granducato coglie al volo le opportunità che arrivano dalla nuova normativa sugli sportelli unici per le attività produttive: dalle verifiche di Anci Toscana emerge che sono 274 sui 287 totali – pari a circa il 95 per cento – i comuni che hanno accreditato il proprio Suap al ministero per lo Sviluppo economico, secondo quanto previsto dal Dpr 160 del settembre 2010. Il risultato la colloca ai primi posti nella top nazionale delle regioni. In Toscana sono 23 le forme associate di Suap, per un totale di 141 enti con sportelli gestiti in forma associata e 146 gestiti singolarmente. La nuova normativa prevede che, a partire dal 29 marzo, gli imprenditori possano presentare non più in formato cartaceo ma mediante il canale telematico del Suap le pratiche di segnalazione certificata di inizio attività (Scia), per l’avvio di essa e per le comunicazioni relative a variazioni, subentri e cessazioni. Con un accordo, Anci Toscana, regione e Unioncamere hanno già predisposto strumenti affinché gli imprenditori possano utilizzare la via telematica per i procedimenti più semplici; dal 30 settembre si potrà ricorrere ad essa anche per quelli complessi. Giudizi positivi delle categorie che plaudono anche alla futura entrata in funzione delle Agenzie per le imprese, che consentiranno lo svolgimento delle pratiche amministrative che non prevedono valutazione di merito. Tramite le agenzie accreditate presso le associazioni di categoria sarà possibile inviare tutta la documentazione relativa al Suap. La rivoluzione non può però dirsi conclusa. «Il giudizio è positivo – valuta Valter Ta-mburini, presidente di Cna Toscana – ma non bisogna confondere l’informatizzazione con la semplificazione. Cna confida che, dopo l’informatizzazione, si proceda alla semplificazione burocratica di gran lunga più utile per le Pmi, seguendo il principio della fiducia, cioè effettuando verifiche non preventive ma successive all’apertura del-l’attività».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *