Questo articolo è stato letto 0 volte

Rinnovabili: Saglia, il decreto si può modificare oppure se ne può fare un altro ex novo

”Il decreto ministeriale su fotovoltaico e solare si può modificare, oppure farne un altro ex novo”: è quanto ha riferito il Sottosegretario allo sviluppo economico Stefano Saglia in risposta alla posizione negativa assunta dalle regioni sul decreto riguardante il fotovoltaico che è stato oggetto il 28 aprile scorso di un confronto in sede di conferenza unificata.
”Bisogna dire – che molte proposte delle regioni sono state apprezzate dal governo”, ha spiegato il sottosegretario. ”Il solare – fotovoltaico è un’esigenza del paese, delle realtà territoriali e delle imprese, le quali sono sicuro apprezzeranno il lavoro fatto per mettere a punto questo decreto ministeriale”.
Al Governo il decalage previsto ”sembra graduale; le imprese potranno realizzare i loro impianti con serenità da qui al 2013. Soprattutto – ha aggiunto – fino ad agosto, termine entro il quale potranno realizzare gli investimenti con gli incentivi, grazie a quanto fissato nell’ambito del terzo Conto Energia.
Sul fronte degli incentivi Saglia ha concluso che ”se questi arrivano al 20-30% ci troviamo di fronte al margine giusto; ma se il livello dovesse attestarsi intorno al 70% allora ci troveremmo di fronte ad un fenomeno speculativo”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *