Questo articolo è stato letto 128 volte

Natura vincolata entrate e spese relative al servizio di gestione rifiuti

Servizio di gestione rifiuti

Assume ampio rilievo la recentissima deliberazione della Corte dei conti (Sezione delle Autonomie) 8 febbraio 2017, n. 3 concernente “Questione di massima in merito alla riconoscibilità della natura vincolata delle entrate e delle spese concernenti il servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti”.

La deliberazione contiene un parere delineato in risposta alle richieste di un sindaco di un Comune siciliano relative alle questioni di seguito elencate:
a) se le entrate e le spese relative al servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti in Sicilia debbano considerarsi a gestione vincolata;
b) in caso di risposta affermativa, se la gestione vincolata decorra soltanto dall’entrata in vigore della l.r. 8 aprile 2010, n. 9 e quindi se restino di competenza dell’OSL tutti i debiti maturati entro la suddetta data;
c) se, ai sensi dell’art. 255, comma 10, del d.lgs. 28 agosto 2000, n. 267, debbano essere escluse dalla competenza dell’Organo straordinario di liquidazione (OSL) solo le poste riportate tra i residui attivi e passivi ovvero anche i debiti fuori bilancio riguardanti il ciclo dei rifiuti.

>> CONSULTA LA DELIBERAZIONE CORTE DEI CONTI (SEZ. AUTONOMIE) 8 FEBBRAIO 2017, n. 3.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *