Le progressioni nel nuovo CCNL Funzioni Locali: l’attribuzione del differenziale stipendiale

Il nostro esperto risponde alle domande degli abbonati (FAQ): le regole per le progressioni economiche all’interno delle aree negli Enti locali previste nell’ipotesi di CCNL 2019/2021

18 Ottobre 2022
Scarica PDF Stampa
Modifica zoom
100%
Pubblichiamo di seguito una FAQ elaborata dal nostro esperto Amedeo Scarsella in relazione al tema delle nuove regole per le progressioni economiche all’interno delle aree negli Enti locali previste nell’ipotesi di CCNL 2019/2021 con specifico riferimento alla attribuzione di un differenziale stipendiale da intendersi come incremento stabile del trattamento economico, finalizzato a remunerare il maggior grado di competenza professionale progressivamente acquisito dai dipendenti, nello svolgimento delle attribuzioni proprie dell’area di classificazione.

Il nostro esperto risponde alla seguente domanda: l’attribuzione di un differenziale attribuisce al dipendente il diritto ad una remunerazione più elevata?

Ecco la risposta (positiva):
SÌ. Gli importi, distinti per ciascuna area, sono fissi e non progressivamente crescenti, prevedendosi nella Tabella A anche per ciascuna Area professionale il numero massimo di differenziali stipendiali percepibili. Il numero massimo di differenziali stipendiali percepibili è relativo a tutto il periodo in cui il dipendente permane l’inquadramento nella medesima Area. Per il personale delle Sezioni Speciali si applica quanto previsto, rispettivamente, dagli artt. 92 (per il personale educativo, docente ed insegnante inquadrato nell’Area degli Istruttori la misura del “differenziale stipendiale” è incrementata di euro 350), 96 (per il personale della Polizia Locale titolare di funzioni di coordinamento, la misura del “differenziale stipendiale” è incrementata di euro 350), 102 (per il personale iscritto ad ordinistiche e albi professionali la misura del “differenziale stipendiale” è incrementata di euro 150 per il personale inquadrato nell’Area degli Istruttori e di euro 200, per il personale inquadrato nell’Area dei Funzionari ed EQ) e 106 (per il personale appartenente ai profili sanitari, sociosanitari o socio-assistenziali la misura del “differenziale stipendiale” è incrementata di euro 150 per il personale inquadrato nell’Area degli Istruttori e di euro 200, per il personale inquadrato nell’Area dei Funzionari ed EQ).

>> ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER D’AUTORE FIRMATA DAL NOSTRO ESPERTO AMEDEO SCARSELLA.

>> PER APPROFONDIRE: CCNL Funzioni Locali 2019-2021: il nuovo sistema per le progressioni economiche all’interno delle aree dei dipendenti degli Enti locali.

>> IL VOLUME DI MAGGIOLI EDITORE: Il Testo Unico del Pubblico Impiego commentato a cura di N. Niglio e S. Simonetti.

Redazione

Scrivi un commento

Accedi per poter inserire un commento