Questo articolo è stato letto 4 volte

Il Bando Life + in Gazzetta Ufficiale

L’invito della Commissione europea a presentare progetti in favore dell’ambiente, onde ottenere i relativi contributi Ue, è stato pubblicato con un comunicato del Ministero dell’ambiente nella Gazzetta Ufficiale di sabato scorso 28 maggio 2011 n. 123. Le risorse messe a disposizione delle pubbliche amministrazioni nazionali, regionali e locali quest’anno ammontano a oltre 267 milioni di euro, di cui 23,5 andranno all’Italia.
L’invito è a presentare progetti per contribuire alla conservazione della natura e della biodiversità, alla formulazione e all’attuazione della politica e della legislazione comunitarie in materia ambientale e a promuovere lo sviluppo sostenibile, ed è stato pubblicato contemporaneamente al Piano prioritario nazionale (NAPs) italiano per il 2011, contenente le tematiche ambientali che il nostro Paese ritiene fondamentali e predisposto dal gruppo interdirezionale, coordinato dal National contact point di Life+.
Le proposte di progetto vanno presentate entro il 18 luglio 2011 al Focus Point nazionale presso il ministero dell’Ambiente. Ricordiamo che Life + finanzia progetti in tre settori:

  1. “Natura e biodiversità”, il cui obiettivo principale è proteggere, conservare, ripristinare, monitorare e favorire il funzionamento dei sistemi naturali, degli habitat naturali e della flora e della fauna selvatiche, al fine di arrestare la perdita di biodiversità, inclusa la diversità delle risorse genetiche, all’interno dell’Ue;
  2. “Politica ambientale e governance”, che in via prioritaria finanzierà progetti riguardanti la gestione e l’utilizzo sostenibile delle risorse naturali e dei rifiuti. Tra le novità di questo invito 2011 emerge un maggiore impegno a ridurre l’impronta ecologica dei progetti. Nella descrizione dei progetti occorre includere informazioni sull’impegno che si intende dedicare a ridurre le emissioni di CO2 nel corso dell’intera attività. I beneficiari, tuttavia, devono essere consapevoli che le spese sostenute per compensare le emissioni di gas a effetto serra non saranno considerate costi ammissibili. Inoltre, per tutte le proposte che vertono su tematiche direttamente o indirettamente legate al turismo, i candidati sono invitati a considerare attentamente la comunicazione della Commissione;
  3. “Informazione e comunicazione”, che mira ad assicurare la diffusione delle informazioni, sensibilizzare sulle tematiche ambientali, fornire un sostegno alle misure di accompagnamento, come azioni e campagne di informazione e comunicazione, conferenze e formazione, inclusa la formazione in materia di prevenzione degli incendi boschivi. Le priorità tematiche relative a tutti e tre i settori sono state aggiornate in occasione della pubblicazione dell’invito 2011. Fondamentale, quindi, verificare con estrema attenzione le linee guida predisposte dalla Commissione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *