Questo articolo è stato letto 7 volte

Gli auspici dell’ANCI dinnanzi al nuovo Governo

Gli auspici dell’ANCI dinnanzi al nuovo Governo

L’ANCI saluta il nuovo presidente del Governo italiano, Paolo Gentiloni, mettendo in evidenza priorità e auspici necessari: “Al neo premier Paolo Gentiloni vanno gli auguri di buon lavoro, a nome dell’ANCI, per l’incarico che è chiamato a ricoprire con la guida del Governo. Come Presidente dei sindaci italiani, mi auguro si possa subito riprendere il dialogo con il nuovo Esecutivo sugli enti locali, viste le importanti scadenze che ci attendono”. Ad  affermarlo è il presidente dell’ANCI, Antonio Decaro.

Entrando nel dettaglio, Decaro ricorda la richiesta dell’ANCI affinché sia varato al più presto un decreto che affronti e risolva le questioni che non hanno trovato risposta nella Legge di Bilancio: “Il confronto di merito deve proseguire sul solco già tracciato – auspica Decaro – attraverso un provvedimento urgente che elimini i tagli a carico delle Città metropolitane e delle Province, affinché questi enti possano garantire i servizi essenziali loro affidati; va garantito inoltre l’innalzamento del 75% del turn over del personale in tutti i Comuni. Non è più rinviabile la sospensione del termine per la gestione associata obbligatoria delle funzioni dei piccoli Comuni; sono necessarie modifiche fondamentali delle norme relative al sistema di perequazione per il riparto del Fondo di solidarietà comunale, insieme allo slittamento al 31 marzo del termine di approvazione dei bilanci. Mi aspetto – conclude Decaro – che l’ANCI sia subito convocata per riprendere il lavoro in sospeso”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *