Questo articolo è stato letto 6 volte

Dalla Sardegna il bonus vacanze

Fonte: Il Sole 24 Ore

MILANO – Un bonus da 60 a 90 euro per far fronte al caro traghetti, da assegnare ai turisti che soggiornano (o hanno soggiornato) in Sardegna per almeno tre notti, dal 2 maggio al 3 luglio. È la ricetta della Regione Sardegna per evitare un flop della stagione turistica in seguito all’aumento, fra il 90% e il 110%, dei prezzi dei biglietti delle navi da e per l’isola, sui cui l’Antitrust ha aperto un’istruttoria (si veda Il Sole 24 Ore di ieri). Il«bonus sardo vacanza» vale 30 euro a persona e sarà concesso per gruppi di minimo due persone e massimo tre, fino a un importo massimo, dunque, di 90 euro. Potrà essere richiesto da tutti i cittadini della Ue (compresi i residenti in Sardegna) che useranno la nave per raggiungere l’isola e soggiorneranno in alberghi, residenze turistiche alberghiere, campeggi, villaggi turistici e agriturismi. Il rimborso potrà essere chiesto fino al 30 luglio con una raccomandata alla Regione, allegando i biglietti della nave e la ricevuta o fattura che certifica il soggiorno di almeno tre notti nelle strutture ricettive sarde. Al finanziamento del bonus vacanza la giunta guidata da Ugo Cappellacci ha destinato due milioni di euro. «Vogliamo passare da una logica respingente a una logica di attrazione del turista», spiega Luigi Crisponi, assessore regionale al Turismo, all’Artigianato e al Commercio. All’obiezione che il rimborso avrà probabilmente un impatto limitato, per i turisti, a fronte di prezzi per i biglietti navali che già a giugno, per una famiglia con auto al seguito, raggiungono i 700 euro, e che sarebbe stato forse più opportuno investire quei due milioni per interventi strutturali a sostegno del turismo, Crisponi risponde: «La giunta ha predisposto investimenti per 78 milioni, nell’ambito del piano operativo regionale per l’uso dei fondi europei, proprio per innalzare la qualità dell’offerta dei servizi nelle strutture regionali». Per far partire poi la “flotta sarda”, che dovrebbe consentire di viaggiare da e per l’isola a prezzi più contenuti, la Regione Sardegna, tramite la controllata Saremar, ha stipulato due contratti per l’uso di due navi da 1600 passeggeri, che viaggeranno sulle tratte Olbia-Civitavecchia, Golfo Aranci-Livorno e Porto Torres-Genova, dal 15 giugno al 15 settembre. «Le prenotazioni si apriranno a giorni», fa sapere Crisponi. «Il prezzo dei biglietti non supererà i 50 euro a persona, per ogni tratta».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *