Questo articolo è stato letto 14 volte

Affidamento di servizi sociali: le indicazioni operative dell’’ANAC

È stato recentemente emesso (14 settembre scorso) il comunicato del Presidente ANAC (Autorità nazionale Anti Corruzione) concernente “Indicazioni operative alle stazioni appaltanti e agli operatori economici in materia di affidamento di servizi sociali”.
Il comunicato esordisce affermando come siano “pervenute all’Autorità segnalazioni da parte di operatori del terzo settore in merito a criticità riscontrate negli affidamenti di servizi di assistenza domiciliare. In particolare, è emerso che le stazioni appaltanti affidano frequentemente, con unica gara, servizi assistenziali diversi, sia per tipologia di attività che per destinatari degli interventi, richiedendo l’esecuzione di prestazioni complesse. Tale scelta operativa comporta l’introduzione di barriere all’accesso e determina forti restrizioni della concorrenza, precludendo la partecipazione alle procedure di affidamento degli operatori che, pur difettando delle capacità richieste per svolgere l’intera prestazione prevista dal bando di gara, avrebbero i requisiti necessari a eseguire almeno uno dei servizi richiesti”.

>> Consulta il comunicato in forma integrale qui.


FORMAZIONE

Gli appalti dei servizi sociali e “specifici” (ex All. IIB) dopo il nuovo Codice degli appalti (D.Lgs. n. 50 del 2016)

Verona, 14 dicembre 2016

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *