Questo articolo è stato letto 528 volte

PA: istruzioni sul lavoro flessibile per superamento del precariato

PA: istruzioni sul lavoro flessibile

Il Ministero per la Semplificazione e la Pubblica Amministrazione ha emanato la circolare 23 novembre 2017, n. 3, applicativa di quanto previsto dal d.lgs. 75/2017 (Testo Unico del Pubblico Impiego, TUPI) in materia di lavoro flessibile nelle pubbliche amministrazioni.

La circolare rende operativa la possibilità per le amministrazioni pubbliche, dal 1 gennaio 2018, di procedere al proprio piano straordinario di assunzioni per il superamento del precariato. La circolare reca indirizzi operativi in materia di valorizzazione dell’esperienza  professionale del personale con contratto di lavoro flessibile e superamento del precariato. Sono 3 gli articoli del d.lgs. 75/2017 che vengono investiti dalla circolare di chiarimento: l’art. 5, l’art. 6 e l’art. 20.

Il ministro della PA Marianna Madia ha pertanto firmato l’attesa circolare per la stabilizzazione del cosiddetto precariato storico, come previsto dalla riforma che porta il suo nome. La circolare dà indicazioni alle amministrazioni pubbliche che potranno partire subito con le assunzioni, a partire da gennaio 2018, per il triennio 2018-2020. Senza aspettare, dunque, il piano triennale dei fabbisogni, tenendo conto però dei limiti derivanti dalle risorse finanziarie a disposizione e delle figure professionali già presenti nella pianta organica. Sarà opportuno che le amministrazioni operino, comunque, una ricognizione del personale potenzialmente interessato e delle esigenze di professionalità da reclutare.

>> CONSULTA LA CIRCOLARE DEL MINISTERO PER LA PA 23 NOVEMBRE 2017, n. 3.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>