Questo articolo è stato letto 15 volte

Taxi, più poteri alle Regioni

Fonte: Italiaoggi.it

Spetterà alle regioni prevenire le distorsioni concorrenziali nei servizi di taxi e Noleggio con conducente (Ncc). I governatori dovranno garantire la pianificazione dei servizi non di linea «tenendo conto delle reali esigenze del fabbisogno locale, ai fini del rilascio, da parte dei comuni, delle licenze per l’esercizio del servizio taxi e delle autorizzazioni del servizio Ncc». E’ quanto prevede la bozza di decreto interministeriale (Trasporti e Sviluppo economico) di riordino del settore. Un testo in cinque articoli, illustrato ieri alle organizzazioni sindacali nel corso dell’incontro al ministero dei trasporti, che punta a evitare le pratiche di esercizio abusivo nell’attivita’ di noleggio con conducente e servizio taxi.
Sempre al fine di prevenire eventuali abusi il decreto prevede che senza prenotazione i titolari di licenza Ncc non possano sostare su strada ma debbano rientrare in autorimessa. «Nei comuni in cui e’ istituito il servizio taxi», si legge nel decreto illustrato dal ministro Graziano Delrio e dal suo vice Riccardo Nencini, «non e’ consentita, in assenza di una prenotazione di trasporto, la sosta su strada dei veicoli adibiti a servizio da noleggio con conducente».
In arrivo anche un registro delle app e un archivio informatico per i titolari di licenza taxi e Ncc. Entrambi saranno tenuti dal ministero delle infrastrutture e trasporti. Nell’archivio informatico confluiranno i soggetti titolari di autorizzazioni di Ncc e di licenze per servizio taxi su segnalazione degli enti locali che hanno rilasciato le licenze….

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *