Questo articolo è stato letto 0 volte

Sisma Emilia: 10 milioni per l’acquisto di macchinari

Fonte: Il Sole 24 Ore

Arriverà oggi il via libera della Camera al decreto sviluppo. Il voto sulla fiducia posta dal Governo sul decreto legge si svolgerà a partire dalle 10 circa, con dichiarazioni di voto dalle 8,30. Sempre oggi è prevista la votazione finale, con dichiarazioni di voto a partire dalle 19. Il decreto che va in scadenza il 25 agosto, dopo l’approvazione della Camera, è atteso al Senato per la seconda lettura. Ieri, con un breve ritorno “tecnico” in commissione, è stato sciolto anche l’ultimo nodo che era riferito ai rilievi mossi dalla Bilancio sulla copertura per il credito di imposta a sostegno dell’acquisto di macchinari da parte delle imprese colpite dal terremoto del 20 e 29 maggio. Lo stanziamento, per il quale era stato inizialmente calcolato un ammontare di 300 milioni, è stato drasticamente ridotto scendendo a 10 milioni per ciascuno degli anni 2013, 2014 e 2015.
Tra le principali novità emerse durante l’esame presso le commissioni Finanze e Attività produttive della Camera figura l’estensione dell’opzione Iva per cassa alle imprese con un volume di fatturato fino a 2 milioni di euro annui, la proroga del bonus Irpef per l’efficienza energetica al 55% fino al 30 giugno 2013, la costituzione dello sportello unico per l’edilizia allo scopo di semplificare le procedure. Modifiche anche per i nuovi strumenti di finanziamento a disposizione delle imprese non quotate: viene eliminata la previsione dello sponsor e del bilancio certificato per l’emissione di obbligazioni (mantenute con alcune deroghe solo per le emissioni di cambiali finanziarie). Estesa, poi, la durata massima della cambiale finanziaria a 36 mesi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *