Questo articolo è stato letto 99 volte

Sintesi dei contenuti e nota preliminare di lettura del decreto enti locali (d.l. 78/2015)

L’IFEL ha elaborato una prima nota di lettura del decreto enti locali, il d.l. 19.6.2015, n. 78 che contiene novità di rilievo per i comuni.
Tra queste è utile richiamare anzitutto i nuovi criteri di riparto degli obiettivi finanziari 2015, già concordati nella Conferenza Stato-città del 19 febbraio u.s.; in materia di risorse si segnalano:

  • il rifinanziamento parziale del Fondo IMU/Tasi,
  • la procedura a regime delle erogazioni a valere sul FSC,
  • l’introduzione del criterio della “differenza” tra capacità fiscali e fabbisogni standard per il riparto perequativo del 20% dell’FSC 2015;
  • con riferimento all’avvio dell’armonizzazione contabile da sottolineare la proroga dei termini per il riaccertamento straordinario dei residui, che sarà possibile anche per gli enti sperimentatori
  • e l’utilizzo dei proventi da alienazioni patrimoniali per la copertura del FCDE.

Altre disposizioni di interesse riguardano infine il personale, la rinegoziazione dei mutui con Cassa depositi e prestiti e il rinnovo delle procedure per lo smaltimento dei debiti pregressi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *