Questo articolo è stato letto 159 volte

Servizi di pagamento nella PA (direttiva PSD2)

Servizi di pagamento nella PA (direttiva PSD2)

È disponibile la Nota (datata 28 marzo 2019) di approfondimento redatta dall’IFEL sul rapporto tra Comuni e soggetti affidatari del servizio di Tesoreria. La direttiva PSD2, recepita dal d.lgs. n. 218/2017, definisce un insieme di norme che si applicano ai prestatori di servizi di pagamento e ai loro utenti al fine di garantire maggiore efficienza, nonché maggiori possibilità di scelta e di requisiti di trasparenza nell’offerta dei servizi di pagamento.

A partire dal 1° gennaio 2019, anche le Pubbliche Amministrazioni applicano le nuove norme e, al riguardo, il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha emanato la circolare n. 22/2018 con la quale fornisce chiarimenti agli Enti che si avvalgono di un servizio di tesoreria o di cassa affidato ad una banca o a Poste italiane S.p.A. Il processo di adeguamento delle convenzioni di tesoreria è in ritardo, mentre pervengono dai Comuni segnali di incertezza a fronte di richieste di modifica contrattuale diversificate o poco argomentate da parte dei Tesorieri.

>> La Nota in questione fornisce le risposte agli interrogativi più diffusi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *