Questo articolo è stato letto 315 volte

Segretari comunali: il viceministro dell’Economia promette subito nuove assunzioni

Segretario comunale

Diffondere sempre più la percezione della figura del segretario comunale come dirigente apicale all’interno della pubblica amministrazione e degli Enti locali, riconosciuta definitivamente dalla Corte Costituzionale con la sentenza n° 23 del 2019 e valorizzata dal recente atto di indirizzo sul contratto della dirigenza delle funzioni locali. È questo l’obiettivo del convegno ‘Il segretario comunale e la direzione apicale’ organizzato ieri pomeriggio dall’UNSCP, l’Unione nazionale dei segretari comunali e provinciali, al Castello di Parella, in provincia di Torino, e che ha visto la partecipazione di rappresentanti della categoria ma anche del mondo accademico, della pubblica amministrazione, delle istituzioni e del Governo, con la presenza del viceministro dell’Economia, Laura Castelli. Tra i relatori della giornata anche il viceprefetto di Torino, Valeria Sabatino, il presidente dell’Anci Piemonte, Alberto Avetta. A presiedere e coordinare i lavori il segretario nazionale dell’Unione, Alfredo Ricciardi, insieme ai vicesegretari vicari Antonio Le Donne e Amedeo Scarsella. A fare gli onori di casa il segretario dell’UNSCP Piemonte, Luca Costantini e il componente della segreteria nazionale dell’Unione, Gianfranco Cotugno.

Castelli: mancano segretari, nuove assunzioni al più presto      

Alla platea dei segretari il viceministro dell’Economia Laura Castelli mostra di rivolgersi con un occhio di riguardo. Fin dall’inizio, sostiene Castelli, “Vi abbiamo messo al centro per capire se una proposta sugli enti locali era giusta e continuiamo a farlo: voi siete un termometro per l’applicazione delle norme, applicate la legge e sapete esattamente quali sono i risvolti”. Questa sentenza della Corte costituzionale, ha commentato Castelli, “vi dà quella dignità che qualcuno si era dimenticato. Questo Governo sa benissimo la direzione in cui sta andando nei vostri confronti, abbiamo discusso più volte in Conferenza Stato-Città sia sulla formazione sia sul fatto che voi siete meno dei Comuni, e quindi è necessario aumentarvi”. Infine, dal viceministro è arrivato un annuncio, accolto con un applauso dal pubblico: “Siamo convinti che servano più segretari in questo Paese, anche facendo subito una chiamata alle armi che abbia poi una formazione successiva, perché non c’è più tempo. Su questo c’è già l’intesa, bisogna solo inserire la norma”.

Scarsella (UNSCP): bene Castelli, nuovi segretari danno fiato agli Enti locali

L’intervento del viceministro dell’Economia ha suscitato diverse reazioni positive. “Siamo molto felici dell’intervento del viceministro Castelli”, afferma il vicesegretario vicario e responsabile comunicazione dell’UNSCP, Amedeo Scarsella, “innanzitutto perché ha ribadito il fatto che il Governo punta sulla nostra figura e ha enunciato alcune azioni che ha intrapreso finora in questa direzione. La novità di questa giornata è che Castelli ha riconosciuto la necessità della urgente immissione di nuovi segretari all’interno dell’albo e proprio per questo ha garantito che è allo studio l’introduzione, in sede di conversione del dl Crescita, di una norma al fine di accelerare l’entrata in servizio di nuovi segretari per dare fiato ai Comuni, soprattutto in alcune Regioni che stanno soffrendo per la carenza di questa figura”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *