Questo articolo è stato letto 1 volte

Riforma p.a., dietrofront della Madia sulla valutazione dell’ateneo

Potrebbe essere rivista la previsione inserita nel d.d.l. Madia di far valere ai fini dei concorsi nella p.a. anche l’ateneo di provenienza oltre al voto. Lo ha spiegato il Ministro Marianna Madia a margine dei lavori della Commissione della Camera sulla riforma. “C’è la massima apertura – ha assicurato il Ministro – a fare modifiche, in modo condiviso, o anche a cancellare” l’emendamento al d.d.l. secondo cui nei concorsi pubblici si terrà conto non soltanto del voto di laurea ma anche dell’ateneo di provenienza”.

Altri emendamenti: pensionati, Forze di polizia e Pra

In delega incarichi gratis ai pensionati oltre un anno – Potranno essere affidati incarichi nel pubblico impiego a pensionati – purché a titolo gratuito – anche oltre un anno. Lo prevede un emendamento Pd al ddl delega P.a.approvato in Commissione Affari costituzionali alla Camera.  
La modifica di allarga la possibilità per l’affidamento di incarichi pubblici a “persone in quiescenza”: viene tolto il tetto di un anno come limite massimo agli incarichi gratuiti ma vengono allo stesso tempo esclusi quelli direttivi e dirigenziali, per cui resta il vicolo di 12 mesi. Rimane invece ferma per tutti la condizione ‘costo zero’ (gli incarichi devono essere gratuiti). 

Pra al Ministero dei trasporti – Intanto spunta – in un emendamento del relatore – la possibilità di trasferire il Pubblico registro automobilistico (Pra), retto dall’Aci, al Ministero delle infrastrutture e trasporti, a cui fa già capo la Motorizzazione. Si va verso un’unica banca dati per la circolazione e la proprietà, con un solo libretto. Il tutto potrà essere affidato anche a un’Agenzia (sotto vigilanza Mit).

Riordino forze polizia – “Nuovo assetto funzionale e organizzativo” di tutte le forze di polizia, da realizzare anche attraverso la revisione delle misure sulle “progressioni di carriera, tenendo conto del merito”. Così un emendamento del relatore al ddl P.a. Si parla inoltre di rimettere mano a ruoli e gradi.

>> vai allo Speciale RIFORMA P.A.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *