Questo articolo è stato letto 459 volte

Reddito d’inclusione (Rei): modalità operative

Reddito d’inclusione (Rei): modalità operative

Il prossimo 1 dicembre costituisce la prima data utile per presentare la domanda di accesso al reddito di inclusione sociale (Rei): attraverso la circolare n. 172 datata 22 novembre 2017 l’INPS ha reso note le modalità operative della nuova misura nazionale di contrasto alla povertà, allineando i singoli passaggi che condurranno alla fruizione del beneficio.
Riconoscimento e versamento della erogazione sono condizionati alla sottoscrizione di un “progetto personalizzato”finalizzato all’inclusione sociale e lavorativa, che viene costruito in base alle specifiche esigenze del nucleo familiare destinatario della misura
Nella sua prima fase, l’intervento si rivolge con priorità alle famiglie con figli minori, persone disabili, donne in gravidanza o almeno un disoccupato over 55 e prevede l’erogazione di un contributo che va da un minimo di 190 ad un massimo di 485 euro mensili. Ampliamenti a livello di requisiti soggettivi dovrebbero comunque concretizzarsi già dal prossimo anno.
La materiale erogazione, si legge nella circolare, avverrà tramite una carta acquisti, denominata “Carta Rei”, che sarà emessa da Poste Italiane Spa contestualmente al provvedimento di accoglimento della misura.

>> CONSULTA LA CIRCOLARE INPS 22 NOVEMBRE 2017, n. 172.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *