Questo articolo è stato letto 44 volte

Reddito di emergenza 2021, le istruzioni operative

Decreto Ristori: la nota di lettura targata ANCI-IFEL

L’INPS ha diffuso un comunicato recante le prime indicazioni per la presentazione della domanda relativa al riconoscimento del Reddito di emergenza. Tale beneficio sarà erogato per i mesi di marzo, aprile e maggio 2021 ai nuclei familiari in condizione di difficoltà a causa dell’emergenza sanitaria, nonché in possesso dei requisiti di residenza, economici, patrimoniali e reddituali stabiliti dalla norma.

Al riguardo l’istituto richiama il messaggio del 1° aprile 2021, n. 1378, concernente le innovazioni arrecate dall’art.12 del Decreto Aprile (d.l. n. 44/2021) alla disciplina del Reddito di Emergenza: ai sensi del nuovo provvedimento, il beneficio potrà essere assegnato, oltre ai nuclei familiari in condizione di difficoltà economica e in possesso dei requisiti previsti (comma 1), anche a coloro che hanno terminato tra il 1° luglio 2020 e il 28 febbraio 2021 di percepire la NASpI e la DIS-COLL, e hanno un ISEE in corso di validità, ordinario o corrente, non superiore a 30mila euro (comma 2). In questo caso, la misura, erogata nell’importo fisso di 400 euro mensili e sempre per le mensilità di marzo, aprile e maggio 2021, spetta in assenza del diritto al beneficio di cui al comma 1 e in alternativa ad esso. In merito alle modalità di presentazione della domanda, il Reddito può essere richiesto all’INPS, mediante procedura online, a partire dal 7 aprile ed entro il 30 aprile 2021. È necessario dotarsi di una Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) al momento della presentazione della domanda.

>> IL COMUNICATO DELL’INPS.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *