Questo articolo è stato letto 430 volte

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto su “quota 100” e reddito di cittadinanza

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto su “quota 100” e reddito di cittadinanza

È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n.23 del 28 gennaio 2019 il decreto legge 28 gennaio 2019, n. 4 recante “Disposizioni urgenti in materia di reddito di cittadinanza e di pensioni”.
Affinché il “decretone” contenente le due misure (reddito di cittadinanza e “quota 100”) diventi operativo, sono necessari 24 tra decreti, regolamenti e atti ministeriali. In particolare, il reddito di cittadinanza richiede 14 provvedimenti attuativi mentre “quota 100” per le pensioni soltanto otto.

Ci si prepara ora a uno stress-test non indifferente per implementare la piena operatività delle misure: una decina di circolari con le istruzioni operative, l’adeguamento dei simulatori “La mia pensione futura” sul portale INPS per calcolare il valore dell’assegno con “quota 100”, lo smaltimento del picco di dichiarazioni sostitutive uniche (Dsu) per il rinnovo dell’Isee di cui si è già in possesso o per dotarsi del primo, indispensabile per la richiesta del reddito o la pensione di cittadinanza.

Ci vorrà inoltre tempo affinché Anpal e Ministero del Lavoro realizzino le due piattaforme digitali (Siupl e Siuss) fondamentali per gestire i patti per il lavoro e per l’inclusione sociale, coordinando centri per l’impiego e Comuni in relazione al reddito di cittadinanza (qui tutti i dubbi dei rappresentanti di regioni ed Enti locali).
Il decreto muoverà ora i primi passi dal Senato. Si dovrebbe partire con le audizioni per poi entrare nel vivo della discussione facendo i conti con i tempi obbligati della conversione in legge (ovverosia 60 giorni).

>> CONSULTA IL TESTO DEL DECRETO QUI.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *