Questo articolo è stato letto 72 volte

Pensioni, apertura del Governo: nuovo calcolo dell’età e scatto soft

Fonte: La Stampa

Restano molte distanze tra governo e sindacati impegnati in questi giorni in un confronto molto serrato sul dossier-pensioni. Ieri dai tecnici di Palazzo Chigi è arrivata una apertura sulla possibilità di modificare i meccanismi per calcolare la speranza di vita a cui legare l’adeguamento dell’età, ma i sindacati giudicano ancora insufficienti queste risposte, tanto più che l’esecutivo tiene il punto sui mestieri che potrebbero essere esentati dall’aumento a 67 anni previsto per il 2019. Sono 15 in tutto (gli 11 già previsti dall’Ape social più siderurgici, agricoli, marittimi e pescatori) e nonostante le pressioni di Cgil, Cisl e Uil non c’è alcuna intenzione di ampliare questa platea. Né di modificare i criteri di accesso (36 anni di contributi con 6 anni di occupazione gravosa negli ultimi 7) che i sindacati giudicano eccessivamente restrittivi…

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *