Questo articolo è stato letto 127 volte

Nuovo termine per consentire la rottamazione cartelle agli Enti che non si avvalgono di Equitalia

Cartelle esattoriali

di Amedeo Scarsella

Gli Enti che non si avvalgono di Equitalia per la riscossione hanno tempo fino al 31 marzo per aderire alla definizione agevolata delle ingiunzioni fiscali, notificate dal 2000 al 2016. La riapertura dei termini arriva con il decreto legge recante “Nuovi interventi urgenti in favore delle popolazioni colpite dagli eventi sismici del 2016 e del 2017” (decreto legge n. 8 del 9 febbraio 2017 pubblicato sulla G.U. Serie Generale n. 33 del 9-2-2017). La norma si applica a tutti gli Enti locali, seppur inserita in un provvedimento volto a disciplinare problematiche riguardanti le popolazioni colpite dal sisma.

Vengono raccolte le richieste presentate dall’ANCI che aveva rappresentato al Governo come moltissimi Comuni italiani non avevano fatto in tempo a rispettare il termine fissato originariamente al 1 febbraio dall’articolo 6-ter, comma 1, del decreto legge 22 ottobre 2016, n. 193 (Decreto Fiscale), convertito, con modificazioni, dalla legge 1° dicembre 2016, n. 225.

La riapertura dei termini avviene mediante l’art. 11 del d.l. n. 8/2017, articolo rubricato “Disposizioni urgenti in materia di adempimenti e versamenti tributari”. In particolare, il comma 14 del citato art. 11 prevede espressamente che…

CONTINUA A LEGGERE L’ARTICOLO

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *