Questo articolo è stato letto 1.329 volte

Manovrina 2017, ok allo sblocco turnover al 100% per i Piccoli Comuni virtuosi

Nella giornata di ieri il Governo ha presentato un pacchetto di oltre 30 emendamenti alla Manovrina 2017 (decreto legge 50/2017). Tra di essi un cospicuo numero, approvato anche dalla Commissione Bilancio della Camera dei deputati, riguarda da molto vicino gli Enti locali.

Meno vincoli a Province. L’ok della commissione è giunto per un emendamento che riduce i vincoli a Province e Città metropolitane al fine di utilizzare le risorse delle multe per “migliorare la sicurezza stradale”. Quest’anno e il prossimo, tali Enti territoriali potranno usare queste risorse “più liberamente”. Si tratta di un aiuto per l’equilibrio dei bilanci delle Province per le funzioni fondamentali per la viabilità nel periodo 2017-2018. In pratica, si tratta di un ulteriore tassello a disposizione delle Province a cui si dovrebbero aggiungere le risorse promesse da relatore e governo.

Sblocco turnover al 100% per i Piccoli Comuni virtuosi. La Manovrina 2017 recepisce inoltre un emendamento che prevede lo sblocco pieno del turnover, al 100%, per i piccoli Comuni (fino a 3mila abitanti) ”virtuosi”. La modifica alla Manovrina, che assorbe anche alcune proposte avanzate da M5S e Lega, interesserà “oltre un migliaio di piccoli Comuni”, come ha spiegato il relatore Mauro Guerra. Le norme attuali consentivano un allargamento del turnover solo per i Comuni fino a mille abitanti; con la proposta approvata questa soglia si estende fino a quelli con 3mila abitanti per il 2017 e il 2018, se si registra “nell’anno precedente una spesa per il personale inferiore al 24% della media delle entrate correnti registrate nei conti consuntivi dell’ultimo triennio»”.

Unioni di Comuni. Ok anche ad alcune modifiche per facilitare l’unione dei Comuni, come la capacità di “cedere, anche parzialmente, la propria capacità assunzionali” ai Comuni dell’unione.

Spese personale Polizia locale per eventi. Via libera anche alla norma che impone agli organizzatori privati di concerti e appuntamenti sportivi su aree pubbliche la copertura totale delle “spese del personale di Polizia locale per i servizi di sicurezza e polizia stradale se gli eventi incidono sulla sicurezza e la fluidità della circolazione del territorio dell’ente locale”. Si tratta a tutti gli effetti di una opportunità per i sindaci che la useranno come ritengono meglio. In base alla modifica approvata le ore di servizio aggiuntivo effettuate dal personale della polizia locale in occasione dei medesimi eventi non dovranno essere «considerate nel calcolo degli straordinari del personale”, mentre la disciplina delle “modalità di utilizzo di tali risorse al fine di remunerare i relativi servizi, compresi gli straordinari, viene rinviata in sede di contrattazione integrativa.

>> CONSULTA TUTTE LE NEWS SULL’ITER DELLA MANOVRINA 2017.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *