Questo articolo è stato letto 7 volte

Maltempo: procedure per rimborso spese

Fornire chiarimenti sulle procedure che i comuni dovranno attivare per il rimborso delle spese sostenute nell’affrontare “l’emergenza neve” degli ultimi giorni. Questo il senso della lettera che il presidente dell’Anci Graziano Delrio e il delegato alla protezione civile Roberto Reggi hanno inviato ai sindaci, dopo il vertice di Palazzo Chigi durante cui il governo si è impegnato a ‘coprire’ le spese affrontate dai Comuni per le attività straordinarie condotte durante l’emergenza. Una decisione successiva al Dpcm che ha stabilito “il coinvolgimento delle componenti e delle strutture operative del Servizio nazionale della Protezione civile per fronteggiare l’emergenza”, conferendo al prefetto Franco Gabrielli i poteri di coordinamento.
Delrio e Reggi richiamano la nota dell’8 febbraio 2012 dello stesso Gabrielli che individua le nuove modalità operative per il concorso del Sistema nazionale di Protezione Civile da parte delle diverse componenti nazionali, regionali e locali. Per specificare poi che “a partire dal 9 febbraio le indicazioni possono essere seguite dai Comuni per il riconoscimento delle attività straordinarie in emergenza nell’ambito degli impegni assunti dal Governo”.
In caso di situazione di crisi, con l’utilizzo di interventi non ordinari, “per richiedere il concorso del Sistema nazionale di Protezione civile, la modalità individuata – spiegano i sindaci di Reggio Emilia e Piacenza – è quella di riferire tali richieste alla Regione di competenza, che provvederà nell’ambito delle risorse disponibili, ovvero interessando il Dipartimento Nazionale della Protezione civile”.
Se non si riesce ad “attivare con le Regioni la procedura di acquisizione di mezzi, dei beni e dei materiali necessari, la richiesta – precisano il Presidente e il delegato Anci – potrà essere sempre trasmessa direttamente al Dipartimento, oppure il sindaco potrà fare ricorso alla requisizione di mezzi”.
Peraltro con una successiva nota il Dipartimento Nazionale della Protezione Civile ha precisato che “le Regioni possano inoltrare nuove richieste di mezzi e materiali, previa valutazione delle reali esigenze del territorio per il quale necessitano risorse straordinarie, nel rispetto della procedura di cui alla nota del Capo del Dipartimento dell’8 febbraio ultimo scorso”.
Inoltre l’Anci informa i primi cittadini che, grazie alla disponibilità offerta dall’Enel, potranno segnalare all’indirizzo protezionecivile@anci.it eventuali casi di interruzioni nella fornitura dell’elettricità per utenze localizzate nei loro Comuni, così da accelerare gli interventi di ripristino dell’erogazione.
Infine, per fornire indicazioni operative per affrontare l’emergenza si pubblica la Direttiva 3  dicembre 2008 della Presidenza del Consiglio dei Ministri, concernente ‘Indirizzi operativi per la gestione delle emergenze’, che si pone fra gli obiettivi quello di garantire il tempestivo e costante flusso delle informazioni tra tutti i soggetti coinvolti e quello di ottimizzare le capacità di allertamento, attivazione ed intervento del sistema di protezione civile nel suo complesso. Alla fine della pubblicazione in allegato vengono riproposte due schede di sintesi, concernenti il ruolo dei Comuni nell’ambito del Sistema Nazionale di Protezione Civile nel modello organizzativo per la gestione dell’emergenza.

(Fonte: Anci)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *