Questo articolo è stato letto 10 volte

L’infermo può votare al proprio domicilio

Fonte: Italia Oggi

Gli elettori interessati dal turno delle prossime elezioni amministrative che, per gravi infermità, non possono allontanarsi dalla propria abitazione per recarsi al seggio elettorale, possono chiedere l’esercizio del voto al proprio domicilio. A tal fine, occorrerà un’apposita istanza, corredata da idonea documentazione sanitaria. Infine, i comuni dovranno adeguatamente pubblicizzare, con i mezzi ritenuti più idonei, l’elenco delle sezioni elettorali che sono prive di barriere architettoniche. È quanto si desume dalla lettura di due circolari emanate dalla Prefettura di Vibo Valentia (la n.13249 e 13251 del 27.4.2011), in ordine ad alcune fattispecie relative all’esercizio del diritto di voto, in prossimità del turno elettorale del 15 e 16 maggio. La Prefettura ricorda che, come previsto dall’articolo 1 del dl n.1/2006, sono ammessi al voto domiciliare, gli elettori affetti da infermità «tali che ne rendano impossibile l’allontanamento dall’abitazione». In particolare, a tale categoria devono essere ascritti gli elettori che si trovino in dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali, tali da impedirne l’allontanamento dall’abitazione in cui dimorano e gli elettori affetti da «gravissime infermità» che non possono allontanarsi dalla propria abitazione anche con l’ausilio previsto dall’articolo 29 della legge n.104/92, vale a dire con il trasporto pubblico che i comuni organizzano in occasione di consultazioni per facilitare agli elettori disabili il raggiungimento del seggio elettorale). Pertanto, per esercitare il diritto di voto al proprio domicilio, l’elettore deve redigere apposita istanza al comune di residenza, dal 26 aprile sino a lunedì 16 maggio, indicando i propri dati anagrafici, nonché allegando la copia del certificato elettorale e idonea certificazione sanitaria rilasciata da un funzionario medico dell’azienda sanitaria provinciale di co-mpetenza. Infine, la prefettura ricorda come i comuni dovranno pubblicizzare l’elenco delle sezioni elettorali prive delle barriere architettoniche, nonché assicurare un trasporto pubblico per accompagnare gli elettori disabili al seggio elettorale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *