Linee guida per le relazioni dei revisori dei conti sui bilanci di previsione

La Corte dei conti, Sezione delle Autonomie, mediante deliberazione del  16 giugno 2017, n. 13, ha adottato le “Linee guida per le relazioni dei collegi dei revisori dei conti sui bilanci di previsione delle Regioni 2017-2019, secondo le procedure di cui all’art. 1, commi 166 e seguenti, l. 23 dicembre 2005, n. 266, richiamato dall’art. 1, comma 3, d.l. 10 ottobre 2012, n. 174, convertito, con modificazioni, dalla legge. 7 dicembre 2012, n. 213”.
In apertura di deliberazione, sotto la rubrica che introduce le suddette Linee guida, si legge che “la corretta attuazione della riforma dei sistemi contabili e degli schemi di bilancio disegnata dal decreto legislativo 23 giugno 2011, n. 118, integrato e corretto dal decreto legislativo 10 agosto 2014, n. 126, costituisce un importante banco di prova per le attività di controllo che la Corte dei conti svolge sulle Regioni e Province autonome nonché sui loro organismi ed enti strumentali.

Le Linee guida

Come ha sottolineato la Corte costituzionale nella sentenza del 13 aprile 2017, n. 80, “l’armonizzazione dei bilanci pubblici è finalizzata a realizzare l’omogeneità dei sistemi contabili per rendere i bilanci delle amministrazioni aggregabili e confrontabili, in modo da soddisfare le esigenze informative connesse a vari obiettivi quali la programmazione economico-finanziaria, il coordinamento della finanza pubblica, la gestione del federalismo fiscale, le verifiche del rispetto delle regole comunitarie, la prevenzione di gravi irregolarità idonee a pregiudicare gli equilibri dei bilanci”.
Il carattere “polifunzionale” dell’armonizzazione dei conti pubblici, messo in luce dalla Consulta, realizza una stretta compenetrazione tra i diversi ambiti di materie che concorrono all’attuazione della tutela costituzionale degli interessi finanziari, tanto che “la finanza pubblica non può essere coordinata se i bilanci delle amministrazioni non hanno la stessa struttura e se il percorso di programmazione e previsione non è temporalmente armonizzato con quello dello Stato”.

>> CONSULTA LA DELIBERAZIONE CORTE DEI CONTI, SEZ. AUTONOMIE, 16 GIUGNO 2017, n. 13.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.