Questo articolo è stato letto 16 volte

Legge elettorale, arriva il primo ok al Rosatellum: cosa accade ora?

Fonte: Ansa

Matteo Renzi convocherà il prossimo 30 maggio, a quanto si apprende da fonti dem, la direzione nazionale del Pd, la prima dalla sua rielezione a segretario, con all’ordine del giorno, tra l’altro, anche la legge elettorale.

Martedì la prima commissione adotterà il Rosatellum come testo base per la riforma elettorale ma il sasso, gettato nello stagno da Silvio Berlusconi offrendo le urne ad ottobre in cambio del sistema tedesco, ha smosso le acque in un’altra direzione. Il dialogo tra Pd e Fi è partito ma si capirà solo la prossima settimana, quando si cominceranno a votare gli emendamenti, se il sistema misto del Rosatellum potrà cambiare nel proporzionale alla tedesca. “Il Pd da solo è isolato”, chiarisce Maria Elena Boschi all’accusa di un Nazareno bis mentre il governo, per voce del ministro Finocchiaro, fa sapere di “guardare con distacco alle fibrillazioni”. Matteo Renzi guarda, non senza interesse, alla proposta del Cavaliere. Le diffidenze certo non mancano e i dem per ora restano fermi sul Rosatellum…

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *