Questo articolo è stato letto 2 volte

Legge di stabilità 2014: provvedimenti che riguardano il pubblico impiego

Nel numero di dicembre 2013 di Aran Informa comunica gli elementi inseriti dal legislatore che hanno un impatto sul pubblico impiego precisando che:

La legge contiene provvedimenti che riguardano il pubblico impiego e che saranno oggetto di approfondimento nel prossimo numero di Araninforma.

Gli interventi contenuti nella legge riguardano: 1) assunzioni a tempo indeterminato – a fronte di determinati requisiti e dei limiti numerici stabiliti – nell’ufficio del Garante per la protezione dei dati personali; 2) stabilizzazioni a domanda, nelle regioni che non si trovino in situazioni di eccedenza di personale, di personale assunto con contratto a tempo determinato della durata di 36 mesi ed oggetto di proroghe negli ultimi 5 anni; 3) inquadramento, a domanda, nel ruolo organico della Commissione di garanzia per l’attuazione della legge sullo sciopero, di personale in servizio in posizione di comando; 4) mobilità universitaria; 5) mobilità di personale tra società partecipate dalle P.A.; 6) assunzioni a tempo indeterminato di 120 unità altamente qualificate per rafforzare le strutture della Presidenza del Consiglio dei Ministri, dei ministeri e della Agenzia per la coesione territoriale; 7) disposizioni riguardanti il passaggio di carriera fra amministrazioni diverse; 8) trattamento accessorio del personale che non può superare quello corrisposto nel 2010; 10) riduzione delle percentuali del turn over; 11) riduzione delle indennità di servizio all’estero; 12) indennità di vacanza contrattuale, che per gli anni 2015-2017 rimane fissata agli importi stabiliti per il 2013; 13) le procedure contrattuali e negoziali per gli anni 2013-2014 possono avere luogo solo per la parte normativa e senza possibilità di recupero per la parte economica. Le disposizioni di cui ai punti 12 e 13 si applicano anche al personale convenzionato con il servizio sanitario nazionale.

(Fonte: Aran Informa)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *