Questo articolo è stato letto 0 volte

Le unioni di comuni richiamate urgentemente dal Ministero dell’interno

La gestione delle attività connesse con l’attribuzione dei trasferimenti erariali in favore delle unioni di comuni è da tempo ostacolata dalla mancata o non tempestiva comunicazione da parte delle medesime unioni dei dati attinenti la variazione del numero di conto corrente bancario o di tesoreria originariamente comunicato o del provvedimento di cessazione dell’unione stessa. Così scrive il Ministero dell’interno in un comunicato “urgente” di ieri.

Le mancate comunicazioni delle richiamate variazioni genera frequentemente notevoli difficoltà amministrativo-contabili connesse con i decreti di pagamento a cui l’ufficio Centrale di Bilancio di questo Ministero non dà corso per mancata corrispondenza dei dati; questo ufficio, fino ad oggi e con non poche difficoltà, ha supplito epistolarmente o contattando direttamente per le vie brevi l’ente, attività che oggi le rilevanti e complesse  procedure amministrative non permettono più di svolgere.

Ciò premesso si comunica che in caso di mancata comunicazione della variazione del numero di conto corrente bancario o di tesoreria originariamente comunicato o del provvedimento di cessazione dell’unione di comuni comporterà la sospensione dei trasferimenti erariali dovuti.

A tale riguardo, si ricorda che per comunicazioni inerenti quanto in argomento è possibile contattare i seguenti funzionari: Tiziana Scippa tel. 06/46548096 e-mail tiziana.scippa@interno.it o Maria Di Rienzo tel. 06/46548095 e-mail maria.dirienzo@interno.it ola Direzione Centrale della Finanza Locale all’indirizzo p.e.c finanza locale.prot@pec.interno.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *