Questo articolo è stato letto 57 volte

Lavoro e assenze per malattia: un confronto tra pubblico e privato

Lavoro e assenze per malattia

Lavoro e assenze per malattie: un confronto tra settore pubblico e privato. Ad indagare le differenze tra questi due settori è l’Ufficio studi della CGIA di Mestre attraverso la pubblicazione di un interessante studio, basato sui recenti dati INPS, nel quale si riscontra che le assenze per motivi di salute nel pubblico impiego registrate nel 2015 hanno interessato il 57 per cento di tutti gli occupati (poco più di 1 dipendente su 2). Nel nel settore privato, invece, la quota si è fermata al 38 per cento (poco più di 1 dipendente su 3). La durata media annua dell’assenza per malattia dal luogo di lavoro è leggermente superiore nel privato  (18,4 giorni) che nel pubblico (17,6 giorni).
Pur avendo lo stesso andamento in entrambi i settori, gli eventi di malattia per classe di durata presentano uno scostamento ‘sospetto’ nel primo giorno di assenza. Se nel pubblico costituiscono il 25,7% delle assenze totali, nel privato si riducono di oltre la metà: 12,1%. Quelle da 2 a 3 giorni, invece, si avvicinano (32,1% del totale nel privato e 36,5% nel pubblico), mentre tra i 4 e i 5 giorni di assenza avviene il ‘sorpasso’, con il 23,4% nel privato contro il 18,2% del pubblico.

>> Consulta qui lo studio integrale elaborato dalla CGIA di Mestre.

 

FORMAZIONE
La gestione delle assenze nella Pubblica Amministrazione: le ultime novità e la casistica più significativa su malattia, permessi e congedi
Milano, 3 maggio 2017

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *