Questo articolo è stato letto 39 volte

L’agevolazione TARI nel caso di cessione di eccedenze alimentari per finalità anti-spreco

di ENZO CUZZOLA

Una delle novità introdotte dalla legge n. 166/2016 (contenente “Disposizioni concernenti la donazione e la distribuzione di prodotti alimentari e farmaceutici a fini di solidarietà sociale e per la limitazione degli sprechi”) riguarda anche la TARI. e merita, conseguentemente, di essere brevemente analizzata.
L’art. 17 della citata legge, infatti, ha aggiunto un periodo finale al comma 652 dell’art. 1 della Legge di Stabilità 2014 (legge 27 dicembre 2013 n. 147), secondo cui “Alle utenze non domestiche relative ad attività commerciali, industriali, professionali e produttive in genere, che producono o distribuiscono beni alimentari, e che a titolo gratuito cedono, direttamente o indirettamente, tali beni alimentari agli indigenti e alle persone in maggiori condizioni di bisogno ovvero per l’alimentazione animale, il comune può applicare un coefficiente di riduzione della tariffa proporzionale alla quantità, debitamente certificata, dei beni e dei prodotti ritirati dalla vendita e oggetto di donazione”.
Il presupposto per l’applicazione della norma è costituito dalle cc.dd. eccedenze alimentari. L’agevolazione prevista è, ovviamente, facoltativa per il Comune ma può rappresentare una scelta importante anche sotto il profilo sociale e di solidarietà locale. Le tipologie di attività economiche a cui si rivolge la norma sono rappresentante principalmente da supermercati, negozi e industrie alimentari.

I tributi locali nel 2017

I tributi locali nel 2017

Cristina Carpenedo, 2017, Maggioli Editore
Nel 2017 la fiscalità vive un altro capitolo della riscossione pubblica, che abbandona il modello Equitalia per dare spazio alla nuova Agenzia delle Entrate - Riscossione. Il disegno del legislatore recupera la riscossione delle entrate comunali dopo un periodo di emarginazione che ha...

64,00 € 57,60 € Acquista

su www.maggiolieditore.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *