Questo articolo è stato letto 112 volte

La revisione straordinaria delle partecipazioni

Fonte: Leggioggi.it

di MICHELE NICO

Pronunciandosi sulle difficoltà incontrate dalla Regione Lombardia nel processo di dismissione di varie partecipazioni indirette, la Sezione di controllo lombarda della Corte dei Conti mette a fuoco i rapporti tra il processo di revisione straordinaria delle partecipazioni, di cui all’art. 24 del d.lgs. 175/2016 e il processo di razionalizzazione previsto dalla legge 190/2014 (Legge di Stabilità 2015), enunciando utili indicazioni operative per gli enti alle prese con la redazione dei nuovi piani da approvarsi in materia.

Nello specifico, la Sezione non condivide la tesi della Regione che, a fronte del ritardo registrato nell’attuare un intervento di dismissione nel contesto di un articolato percorso di integrazione societaria, traspone alla data del 23 marzo 2018 il termine utile per attuare il disegno strategico approvato con il piano di razionalizzazione ex articolo 1, comma 611, della legge 190/2014, presupponendo che tale disegno venga recepito sic et nunc dal piano di revisione straordinaria prescritto dall’art. 24 del d.lgs. 175/2016, che al comma 4 accorda agli enti un anno di tempo per alienare quanto deliberato in sede di ricognizione consiliare…

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *