Questo articolo è stato letto 23 volte

La Manovra Monti per gli enti locali

di E. Civetta, Funzionario area finanziaria ente comunale, dottore commercialista e revisore dei conti.

La manovra finanziaria 2012 per gli Enti locali trova la sua regolamentazione in una serie di provvedimenti che, a vario titolo, influenzano la gestione finanziaria ed operativa degli stessi nel triennio 2012 – 2014.

In particolare:
– La legge 183/2011 (legge di stabilità 2012) con le nuove regole del patto di stabilità e i nuovi limiti di indebitamento validi fino al 2014.
– La legge 214/2011 (c.d. decreto Monti) che anticipa e modifica i tributi IMU e RES previsti nel federalismo fiscale.
– Il decreto legge 218/2011 (c.d. decreto Milleproroghe) che rinvia, tra l’altro, i termini per l’abbandono di Equitalia delle attività di accertamento e riscossione delle entrate tributarie e patrimoniali dei Comuni.

Una raffica di disposizioni che questo nuovo Manuale riordina e chiarisce con riferimento esclusivo a quelle riguardanti la disciplina normativa degli Enti locali.

Novità importanti che il volume approfondisce una ad una: opera essenziale pertanto per applicare correttamente la disciplina riformata e per comprendere cosa e come cambia rispetto a prima.

Il testo presenta in apertura una efficace “Mappa delle novità della Manovra Monti e del Milleproroghe” che sintetizza e riepiloga in pratiche tabelle: a) l’articolo di legge, b) l’oggetto della norma, c) le caratteristiche di fondo della modifica, d) la pagina di rinvio al commento dettagliato, delle disposizioni di valore sostanziale per Comuni, autonomie territoriali e servizi pubblici locali.

Di facile consultazione grazie alla razionale articolazione dei contenuti, la trattazione si presenta suddivisa per argomenti di competenza dei singoli Servizi coinvolti (bilancio, contabilità, patto di stabilità e gestione, tributi, fisco, personale), e precisamente:

  1. Disposizioni in materia di bilancio, contabilità, patto di stabilità e gestione
    Differimento termine per l’approvazione del bilancio di previsione 2012.
    Tasso di inflazione programmato.
    Controllo sull’approvazione del bilancio di previsione.
    Disposizioni in materia di patto di stabilità.
    Disposizioni inerenti le risorse derivanti dal federalismo fiscale e gli ex trasferimenti.
    Determinazione fabbisogni standard.
    Cinque per mille.
    Disposizioni in materia di pagamenti.
    Le modifiche al Codice dei contratti pubblici.
    Opere di urbanizzazione a scomputo.
    Anagrafe delle opere incompiute.
    Le misure di contenimento della spesa pubblica.
    Il nuovo assetto istituzionale delle province.
    Gestione associata delle funzioni fondamentali.
    Disposizioni inerenti il patrimonio immobiliare.

  2. Disposizioni in materia dei tributi locali
    Deliberazioni regolamentari e tariffarie entrate tributarie enti locali.
    Disposizioni inerenti la riscossione dei tributi locali.
    Disposizioni inerenti i concessionari della riscossione.
    Imposta municipale propria (IMU).
    L’accatastamento dei fabbricati rurali.
    Tributo comunale sui rifiuti e sui servizi (TRES).
    Rifiuti ammessi in discarica.
    Disposizioni inerenti l’addizionale comunale Irpef.
    Acquiescenza agli atti impositivi dei tributi locali.
    Abolizione dei consigli tributari.
    Misura del saggio di interesse legale.
    Estensione privilegio generale sui mobili del debitore.

  3. Disposizioni in materia fiscale
    Addizionale regionale all’Irpef.
    Tassazione sugli automezzi.
    Disposizioni in materia di IVA.
    Fatturazione elettronica.
    Imposta Provinciale di trascrizione (IPT).
    Trasmissione mensile retribuzioni e ritenute operate.

  4. Disposizioni in materia di personale
    Assunzioni personale – rapporto spesa personale/spesa corrente.
    Validità delle graduatorie.
    Lavoro accessorio.
    Disposizioni in materia di trattamenti economici.
    Equo indennizzo.
    Riforma delle pensioni.
    Soppressione dell’Inpdap.

  5. Disposizioni varie
    ISEE.
    Disposizioni inerenti il settore demografici.
    Gli ambiti territoriali ottimali (ATO).
    Enti parco.
    Disposizioni inerenti il trasporto pubblico locale.
    Disposizioni inerenti il commercio.
    Disposizioni inerenti la privacy.
    Entrata in vigore delle leggi.

» Focus
Il patto di stabilità negli enti locali.
Disposizioni in materia di patto di stabilità per le regioni e le Province autonome di Trento e di Bolzano.
Disposizioni inerenti l’indebitamento.

» L’imposta municipale propria e la RES – Approfondimento
L’Imposta municipale propria. le disposizioni contenute nell’articolo 13 del decreto legge 201/2011, convertito in legge 214/2011.
Abrogazioni e modifiche normative disposte dall’articolo 13 del d.l. 201/2011. Potestà regolamentare e addizionale comunale all’Irpef.
Il tributo comunale sui rifiuti e sui servizi. Le disposizioni contenute nell’articolo 14 del decreto legge 201/2011.
Le disposizioni di proroga in materia di riscossione delle entrate locali.
L’attività di lotta all’evasione. i consigli tributari e gli effetti derivanti dall’abrogazione.

Per ricevere
LA MANOVRA MONTI PER GLI ENTI LOCALI
Maggioli Editore • Novità gennaio 2012
Pagine 364 • F.to cm. 17×24 • ISBN 7102.2 • Euro 54,00
clicchi su
ACQUISTO ON LINE

Deducibilità fiscale delle opere acquistate
– La spesa documentata nella fattura – sempre allegata all’ordine – è fiscalmente deducibile ai sensi degli articoli 54-56 TUIR.
Garanzie a tutela del Suo acquisto
– Per ogni ulteriore informazione in merito alla presente promozione contatti il Servizio Clienti Maggioli Editore: Tel. 0541/628200 – servizio.clienti@maggioli.it.
– Ai sensi del D.Lgs. 22.5.1999, n. 185, art. 5, Lei ha facoltà di esercitare il diritto di recesso, restituendo il prodotto acquistato entro 10 giorni lavorativi dalla data di ricevimento del medesimo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *