La gestione degli attacchi ransomware: il corso operativo per le pubbliche amministrazioni

In che modo il ransomware è divenuto lo strumento con il quale la criminalità organizzata sferra attacchi di natura estorsiva? Il focus

17 Marzo 2023
Scarica PDF Stampa
Modifica zoom
100%
Nello scorso anno in Italia sono stati contrastati 1763 attacchi informatici, per una media di quasi 5 al giorno. Gli attacchi sono avvenuti tramite l’invio di finte comunicazioni, infette da virus, provenienti dagli “Istituti bancari” o dalla “Pubblica Amministrazione” e prevedono inoltre l’utilizzo malware da utilizzare per infettare i dispositivi informatici al fine di permettere loro di intervenire sul sistema attaccato attraverso la diffusione di un ransomware.

Gli attacchi hacker in Italia

In crescita anche il fenomeno del phishing, ovvero dell’invio di finti sms in grado di carpire informazioni e dati presenti sul dispositivo di destinazione. Serve pertanto che le potenziali vittime prestino attenzioni al mittente delle mail e evitino di fornire i propri codici di accesso via email o SMS nemmeno se la richiesta sembra legittimamente provenire da un sito istituzionale.
La Relazione Annuale del 2022 sulla politica dell’informazione per la sicurezza ha mostrato come il 56% degli attacchi ha riguardato soggetti privati, mentre il 43% ha avuto come obiettivo soggetti pubblici. Nonostante gli attacchi rispetto al 2021 siano calati, rimangono massicce le attività condotte contro realtà pubbliche e private operanti nel settore sanitario. L’obiettivo di queste organizzazioni è quello di captare i dati sensibili delle Aziende Sanitarie Locali e delle associazioni sindacali di professioni sanitarie.

Il corso operativo

Si terrà online in diretta, nelle giornate di martedì 21 marzo 2023, dalle ore 9:00 alle ore 13.00, il nuovo corso targato Formazione Maggioli intitolato “La gestione degli attacchi ransomware, strategie di prevenzione e modalità di risposta”. Il corso si concentrerà ad inquadrare il fenomeno chiarendone le dinamiche e le modalità attuative, illustra i principi fondamentali per un approccio strutturato alla prevenzione da questa minaccia ed alla gestione degli eventuali incidenti.

Il corso, tenuto da Corrado Giustozzi, esperto di sicurezza cibernetica, componente del Consiglio direttivo di Clusit (Associazione Italiana per la Sicurezza Informatica) e docente universitario, si occuperà dei seguenti argomenti:

  • Considerazioni generali e di contesto.
  • Criminalità informatica e trend evolutivi della minaccia.
  • Il ransomware: cos’è, come agisce.
  • Le modalità di attacco e le possibili conseguenze.
  • Le misure di prevenzione: aspetti tecnici e organizzativi.
  • La gestione degli incidenti.
  • La gestione degli aspetti mediatici e reputazionali.
  • Casi di studio.

Destinatari e info utili

I destinatari dell’iniziativa sono amministratori, dirigenti e figure di responsabilità di Amministrazioni e Società pubbliche e aziende informatiche e liberi professionisti interessati alla materia. La quota di iscrizione pro capite è di 200 € + IVA e comprende, oltre all’accesso alla diretta del corso, anche la possibilità di prendere visione del materiale didattico, un accesso gratuito per 30 giorni al servizio internet “lagazzettadeglientilocali.go-vip.net” e la possibilità di rivedere la registrazione del corso per 30 giorni.

>> CLICCA QUI PER MAGGIORI INFORMAZIONI.

>> CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CORSO.

Tommaso Broccoli