Incarico di patrocinio legale: va inquadrato come appalto di servizi?

Risulta necessario segnalare la deliberazione della Corte dei conti, Sezione regionale di controllo per l’Emilia-Romagna Relazione datata 13 febbraio 2018, n. 35 in materia di servizi legali attribuiti nel 2015. Afferma la Sezione regionale che a seguito dell’entrata in vigore del d.lgs. n. 50/2016, anche il singolo incarico di patrocinio legale dev’essere inquadrato come appalto di servizi, affidato nel rispetto dei principi di cui all’art. 4 del citato nuovo codice degli appalti. Ecco le criticità seganalate: mancato inserimento degli incarichi di patrocinio in un documento di programmazione; mancata adozione di norme regolamentari finalizzate a disciplinare l’affidamento dei patrocini legali; ricorso all’affidamento diretto; mancanza di congruità del compenso professionale – non corretto ricorso a domiciliazione legale; debiti fuori bilancio relativi a compensi per servizi legali.

>> DELIBERAZIONE CORTE DEI CONTI, SEZ. EMILIA-ROMAGNA 13 FEBBRAIO 2018, n. 35.

[libprof code=”57″ mode=”inline”]

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.