Questo articolo è stato letto 13 volte

Immobili pubblici, lunedì scade il termine per gli immobili da valorizzare o vendere

La seconda edizione  di  Proposta Immobili 2016 è in dirittura d’arrivo. L’iniziativa, quest’anno, ha allargato la platea degli interessati includendo tutti i Comuni con popolazione superiore ai 10mila abitanti e i comuni con vocazione turistica. Gli immobili candidabili sono suddivisi in quelli con destinazioni di mercato già definite e quelli che richiedono un piano di sviluppo. Esclusi i terreni agricoli.

Terminerà lunedì, quindi, l’opportunità per gli enti territoriali e per altri soggetti pubblici di proporre allo Stato immobili di proprietà da valorizzare o vendere. È quanto prevede Proposta Immobili 2016, l’iniziativa del Ministero dell’economia e dell’Agenzia del demanio che per il secondo anno consecutivo intende avviare una ricognizione del patrimonio pubblico al fine di individuare beni da valorizzazione, riutilizzare o avviare al mercato.

Obiettivo del progetto è quello di generare risorse per le amministrazioni pubbliche, attraverso la valorizzazione del patrimonio immobiliare, concorrendo anche a stimolare lo sviluppo economico e sociale su tutto il territorio. Questa seconda edizione allarga la platea degli interessati, includendo nell’iniziativa tutti i comuni con popolazione superiore ai 10.000 abitanti e i comuni con vocazione turistica.

Nella prima edizione erano stati coinvolti soltanto i comuni di grandi dimensioni, oltre alle Regioni, Province, Città Metropolitane e altri enti pubblici. Come l’anno scorso, sono esclusi i terreni agricoli e le aree a vocazione agricola.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *