Il versamento a carico del Comune degli oneri previdenziali per gli amministratori avvocati

di AMEDEO SCARSELLA

È possibile per il Comune procedere, in applicazione dell’art. 86 TUEL (Testo Unico Enti Locali), al rimborso dei contributi minimi nei confronti del Sindaco, avvocato libero professionista, anche in assenza della dichiarazione circa l’interruzione dell’attività professionale, che continua a svolgere in misura residuale rispetto a quella di Sindaco?
A tale quesito risponde la Corte dei conti, sezione Abruzzo, con deliberazione 13 luglio 2017, n. 118 che si caratterizza per ripercorrere in modo esauriente le problematiche interpretative dell’art. 86 del TUEL.

Oneri previdenziali: la previsione contenuta nell’art. 86 TUEL

L’articolo 86, commi 1 e 2, del d.lgs. n. 267 del 2000 (TUEL), dispone che “1.  L’amministrazione locale prevede a proprio carico, dandone comunicazione tempestiva ai datori di lavoro, il versamento degli oneri assistenziali, previdenziali e assicurativi ai rispettivi istituti per i sindaci, per i presidenti di provincia, per i presidenti di comunità montane, di unioni di comuni e di consorzi fra Enti locali, per gli assessori provinciali e per gli assessori dei Comuni con popolazione superiore a 10.000 abitanti, per i presidenti dei consigli dei Comuni con popolazione superiore a 50.000 abitanti, per i presidenti dei consigli provinciali che siano collocati in aspettativa non retribuita ai sensi del presente testo unico. (…). 2. Agli amministratori locali che non siano lavoratori dipendenti e che rivestano le cariche di cui al comma 1 l’amministrazione locale provvede, allo stesso titolo previsto dal comma 1, al pagamento di una cifra forfettaria annuale, versata per quote mensili. (…)”.
Secondo un’interpretazione consolidata, la disposizione contenuta nel comma 2, riferita agli amministratori che non siano lavoratori dipendenti, deve essere letta insieme a quella di cui al comma 1 del medesimo articolo 86 TUEL, relativa agli obblighi contributivi a carico dei Comuni nei confronti degli amministratori che siano lavoratori dipendenti collocati in aspettativa non retribuita. Il presupposto quindi per l’applicazione della norma è, in entrambe le ipotesi, lo svolgimento della funzione elettiva in regime di esclusività con l’Ente locale. In altri termini, mentre il comma 1 consente agli amministratori ivi indicati, che siano lavoratori dipendenti, di ricevere il versamento degli oneri assistenziali, previdenziali e assicurativi ai rispettivi istituti nel caso di formale collocazione in aspettativa, il comma 2 prevede il pagamento di una cifra forfettaria per gli amministratori lavoratori autonomi, che svolgano la funzione elettiva in forma esclusiva, astenendosi dal continuare a svolgere il lavoro autonomo.

CONTINUA A LEGGERE L’ARTICOLO

© RIPRODUZIONE RISERVATA

4 thoughts on “Il versamento a carico del Comune degli oneri previdenziali per gli amministratori avvocati

  1. Ho ricoperto la carica di Presidente del Comitato di Gestione dell’ex U.S.L. N.18 di Nicosia (Enna) dal 08/08/1993 al 31/12/1990 percependo il compenso spettante per quel periodo. Sono un lavoratore autonomo e nel 2017 andato in pensione e mi sono accorto che L’Unitaà Sanitaria Locale n. 18 di Nicosia non ha proveduto al versamento dei relativi contributi previdenziali, assistanziali assicurativi.
    Posso fare qualcosa per riscuotere i contribunti non versati? Ringranziandovi anticipatamente porgo distini ossequi. Giovanni Russo Via S. Giovanni 45 – 94014 – Nicosia Enna. Cell.3393929109

  2. Ho ricoperto la carica di Presidente del Comitato di Gestione dll’Unità Sanitaria Locale n.18 di Nicosia dal 1983 al 31/12/1992, percependo regolarmente il compenso mensile.Nel 2017 sono andato in pensione e mi accorto che l’USL non mai versato i contributi.Posso fare qualcosa

  3. Ho ricoperto l’incarico di Assessore Comunale in un comune di 3000 abitanti per 10 anni. Versavo contributi per un totale fi circa 1200 euro circa all’anno..che mi venivano scalati dell’indennità. A chi ho regalato quei soldi , visto che all’Inps non risultano contributi? Un furto legalizzato, permettetemi a cui nessuno sa dare spiegazioni. Per me é stato un impegno serio e pieno di responsabilità con risultati raggiunti in modo pulito in un mare di malaffare. Potreste darmi delucidazioni ? Grazie

  4. Buongiorno… vale lo stesso per sindaci lavoratori autonomi … in carica in comuni con popolazione inferiore ai 10000 abitanti?… grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.