Questo articolo è stato letto 1 volte

Il Senato approva la legge comunitaria

Il Senato ha approvato la legge comunitaria 2010. Non avendo subito modifiche rispetto a quello licenziato da Montecitorio, il testo diventa legge. Tra le varie disposizioni, la legge comunitaria prevede anche lo snellimento del contenzioso relativo al testo unico dell’intermediazione finanziaria, mentre è stata rispettata la decisione della Camera di eliminare l’articolo sulla responsabilità civile dei magistrati, che era stato introdotto in un primo momento ed aveva suscitato polemiche perché dall’opposizione era considerato un atto contro le toghe. Il Ministro per gli affari europei, Enzo Moavero Milanesi, al suo debutto in Parlamento, ha ringraziato i senatori prima dell’approvazione definitiva della legge comunitaria e ha aggiunto che «avrà il piacere, a nome del Governo italiano e dell’Italia tutta, di avvisare la Commissione europea che attraverso l’adozione di questa legge sono venute meno ben 23 procedure di infrazione, suscettibili di portare sanzioni pecuniarie previste dal Trattato (un trattato che abbiamo contribuito ad approvare e ratificare), che avrebbero colpito le nostre finanze in un momento così difficile” Secondo Moavero, “il riacquisto della credibilità del nostro Paese di fronte alle istituzioni dell’Unione europea passa anche per il varo definitivo della legge comunitaria”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *