Questo articolo è stato letto 231 volte

Il nuovo accesso civico generalizzato

Fonte: Federalismi.it

di ANNA PORPORATO

Nel percorso normativo della trasparenza è possibile individuare diverse tappe evolutive, ciascuna delle quali  caratterizzata  dal  diverso  rapporto  tra  la  trasparenza e la forma di  realizzazione della medesima: accesso a dati, documenti ed informazioni oppure pubblicità di dati, documenti ed informazioni .La prima tappa è rappresentata dall’approvazione della l. 7 agosto  1990,  n.  241,  la  quale  sceglie quale mezzo per  realizzare  la  trasparenza  il  diritto  di  accesso  ai  documenti amministrativi.  Tale  diritto  si caratterizza  come  strumento  di  tutela  individuale  di  situazioni  soggettive  e  non  come strumento  di controllo sociale dell’operato della pubblica amministrazione 3. La seconda  tappa  del  cammino  della trasparenza coincide con le modifiche alla l. 241 del 1990 apportate dalla l. 11 febbraio 2005, n. 15, la quale modifica in senso restrittivo la disposizione dell’art. 22, comma 1, della l. 241 del 1990. In base alla novellata disposizione dell’art. 22, comma 1, lett. b) sono considerati “interessati” «tutti i soggetti privati, compresi  quelli portatori  di  interessi  pubblici  o  diffusi,  che  abbiano  un  interesse  diretto,  concreto  e attuale,  corrispondente  ad  una  situazione  giuridicamente  tutelata  e  collegata  al  documento del  quale  è chiesto l’accesso»…

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *