Questo articolo è stato letto 0 volte

Il CCRE sostiene la nuova agenda territoriale

Il Consiglio dei Comuni e delle Regioni d’Europa ha accolto con favore  la nuova agenda territoriale europea, adottata il 19 maggio scorso, che esprime la volontà dell’Ue di stabilire un reale partenariato tra tutti i livelli di governo. “Gli enti locali e regionali e le loro associazioni  rappresentative sono determinati a cooperare e a divenire veri partner delle istituzioni europee e non accontentarsi più di un semplice ruolo operativo” ha dichiarato Frédéric Vallier, segretario generale del CCRE. Il Consiglio dei Comuni e Regioni d’Europa si rallegra inoltre del fatto che  nell’agenda territoriale si tenga conto della relazione tra i territori urbani, peri-urbani e rurali ma chiede che tutti i territori possano beneficiare dell’agenda “poichè una complementarità tra questi diversi territori è necessaria in una logica di progresso e di sviluppo sostenibile, ha sottolineato Vallier. L’agenda territoriale è stata adottata nel corso della riunione informale dei ministri incaricati della gestione del territorio, organizzato dalla presidenza ungherese dell’Ue a Gödöllõ, in Ungheria.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *