Questo articolo è stato letto 3 volte

Ideamocracy, idee per l’e-democracy in Emilia-Romagna

È possibile sfruttare le potenzialità dei social media, dei giochi on line, e delle applicazioni per smartphone e tablet, per incentivare e arricchire la partecipazione dei cittadini alle politiche pubbliche? È questa la domanda che si pone la Regione Emilia-Romagna e che ispira il concorso di idee Ideamocracy, Idee per l’e-democracy in Emilia-Romagna. Sviluppatori, programmatori e tutti gli altri interessati sono invitati a presentare un’idea, vale a dire una breve proposta progettuale, per il possibile sviluppo futuro da parte della Regione di una nuova iniziativa di e-democracy da promuovere ad esempio con un gioco sviluppato e pensato per i social network, o una applicazione interattiva e multimediale per smartphone o tablet. Per quanto riguarda i temi oggetto delle applicazioni, la richiesta è di proporre soluzioni che permettano di aumentare la quantità e la qualità della partecipazione da parte dei cittadini emiliano-romagnoli alla definizione delle politiche della Regione Emilia-Romagna. Il suggerimento, non vincolante, è di pensare ad applicazioni che possano riguardare le politiche energetiche o dei trasporti dell’ente, concentrandosi sui processi e i meccanismi della partecipazione, piuttosto che su nuovi servizi di natura informativa da fornire via web, social o mobile.
Le idee potranno essere presentate da tutti i cittadini dell’Unione Europea, oltre che da gruppi capitanati da un singolo cittadino, entro il 15 maggio 2011. Successivamente, entro giugno, una giuria composta da Carlo Ratti, direttore del Senseable City Lab del Massachusetts Institute of Technology, Riccardo Luna, direttore di Wired Italia, Gianluca Dettori, fondatore di dPixel, Linnea Passaler, fondatrice di Pazienti.org e Augusto Pirovano, ideatore di CriticalCity Upload, selezionerà i 5 progetti migliori, tenendo in considerazione il grado di maturità e la fattibilità delle idee, la loro originalità ed innovazione, e il potenziale impatto che potrebbe derivare dalla loro realizzazione. Il proponente dell’idea valutata come migliore in assoluto riceverà un premio di 3.000 euro. Ai proponenti delle altre 4 idee selezionate andranno invece altrettanti iPad 2 3G.
Ideamocracy è un progetto del Servizio Comunicazione e Educazione alla Sostenibilità della Regione Emilia-Romagna, organizzato nell’ambito delle attività per la promozione della partecipazione dei cittadini e dello sviluppo della cittadinanza digitale. La sua realizzazione è affidata alla società Tech4i2.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *