Questo articolo è stato letto 65 volte

Enti locali, disponibile online la banca dati sui revisori

Enti locali, disponibile online la banca dati sui revisori

A 7 anni dalla creazione dell’Elenco dei revisori dei conti degli Enti locali, istituito nel 2012 con decreto del ministro dell’Interno, la Direzione centrale della Finanza locale pubblica online la banca dati con i pareri e i quesiti prodotti nel tempo per fornire chiarimenti sull’applicazione della normativa nelle fattispecie concrete.
I singoli pareri, ricorda la direzione, vanno contestualizzati, e letti tenendo conto della normativa in vigore nel momento in cui sono stati richiesti, tenendo conto delle riforme eventualmente intervenute in seguito. Una raccolta non esaustiva, precisa ancora la Finanza locale, ma utile per orientarsi in una materia complessa e in evoluzione costante. La ricerca in banca dati si può fare per testo, parola chiave, argomento o categoria.

Il Ministero dell’Interno in data 20 novembre 2019 ha infatti reso noto che con l’art. 16, comma 25, del decreto legge 13 agosto 2011, n. 138 è stato introdotto il sorteggio per la nomina mediante estrazione a sorte da un elenco affidato al Ministero dell’Interno. Le relative modalità attuative sono state disciplinate con apposito Regolamento recante «Istituzione dell’elenco dei revisori dei conti degli enti locali e modalità di scelta dell’organo di revisione economico-finanziario», approvato con Decreto del Ministro dell’Interno 15 febbraio 2012, n. 23, entrato in vigore il 4 aprile 2012 a seguito della pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale n. 67 del 20 marzo 2012. A distanza di sette anni dall’introduzione della suddetta procedura, l’Ufficio ha maturato un’esperienza, dall’attuazione della normativa richiamata e contemplata nei numerosi pareri e quesiti, redatti per fornire i chiarimenti e risolvere i dubbi sorti nella quotidiana applicazione delle fattispecie verificatesi in concreto che, si vuole rendere fruibili agli utenti operatori o meno, interessati dalle varie casistiche.

La banca dati realizzata è contenuta nella raccolta di pareri visualizzabile nelle risorse correlate, attività sviluppata di pari passo con l’evoluzione della normativa e della giurisprudenza in materia. Ovviamente alcuni pareri devono essere letti nel contesto delle norme vigenti nel momento in cui gli stessi venivano richiesti e devono quindi tenere conto delle successive riforme. Tuttavia, la pubblicazione in internet consente di mettere tale patrimonio di informazioni a disposizione degli operatori del settore e dei cittadini senza avere la pretesa di essere esaustiva, soprattutto in materie così complesse e in costante evoluzione. La fruizione della raccolta può avvenire per anno di emissione del parere, per ricerca di parole testuali, mediante uno specifico “form di ricerca” che consente la ricerca dell’argomento di interesse mediante una “parola-chiave”, o attraverso la selezione di uno specifico argomento dal quale, attraverso un indice dei pareri presenti, giungere all’argomento di interesse. Nella ricerca “per categoria” i pareri resi sono raggruppati per gruppi omogenei nel cui ambito possono essere reperiti i singoli argomenti oggetto di parere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *