Questo articolo è stato letto 303 volte

Elezioni amministrative: al via la selezione degli immobili da adibire a seggi elettorali

Elezioni amministrative 2020: l’elenco dei Comuni al ballottaggio

Mediante la circolare n. 4 del 23 febbraio 2021 il Ministero dell’Interno ha pubblicato il documento finale che individua le tipologie di fabbricati e i requisiti che questi devono possedere per essere utilizzati come alternativa agli edifici scolastici da destinare a seggi elettorali; il Ministero richiama quindi i sindaci in merito alla necessità di svolgere ogni opportuno intervento al fine di individuare il maggior numero possibile di immobili da destinare a sedi alternative di seggi.

Tale provvedimento rafforza la sensazione che il rinvio delle elezioni comunali in autunno, a causa dell’emergenza sanitaria, sia ormai a un passo dall’ufficialità, anche alla luce della concordia dimostrata al riguardo dalla totalità delle forze politiche; di conseguenza, l’iniziativa in tal senso è parsa necessaria, al fine di evitare il ripetersi di interruzioni della didattica, esigenza maggiormente avvertita attualmente, attese anche le gravi problematiche esistenti nelle scuole a causa della situazione attuale. L’elenco elaborato dal Ministero indica le tipologie di edifici che potrebbero, in teoria, ospitare sezioni elettorali: uffici comunali e sale consiliari; biblioteche e sale di lettura; palestre ed altri impianti sportivi, comprese le palestre scolastiche, qualora la loro utilizzazione non impedisca l’attività didattica; centri, impianti polifunzionali e altri ancora. Le caratteristiche logistiche e strutturali richieste, infine, riguardano il numero di sezioni ospitabili da una singola struttura, con particolare attenzione anche al numero di ingressi; rilevano inoltre la dotazione di un adeguato numero dì servizi igienici e la presenza di sufficienti spazi comuni all’interno del fabbricato per agevolare sia la circolazione e l’eventuale permanenza in fila degli elettori, sia per assicurare la vigilanza da parte delle Forze dell’ordine.

>> LA CIRCOLARE DEL MINISTERO DELL’INTERNO DEL 23 FEBBRAIO 2021 n. 4.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *