Questo articolo è stato letto 183 volte

Direttivo ANCI su Legge di Bilancio 2018: “Necessario allentare restrizioni su spesa corrente”

Direttivo ANCI su Legge di Bilancio 2018:

“Al Governo abbiamo chiesto, già durante i lavori dell’assemblea ANCI di Vicenza, di allentare le restrizioni sulla spesa corrente e la possibilità di avviare nuovi investimenti. Dal disegno di Legge di Bilancio 2018 giungono notizie positive sul secondo aspetto: il rifinanziamento del piano periferie, l’allargamento della graduatoria dei Comuni delle aree degradate, gli investimenti per i Comuni non capoluogo, quindi anche i piccoli“. Ad affermarlo è il presidente di ANCI Antonio Decaro a margine dei lavori del direttivo ANCI che si è svolto a Catania questa settimana. Il numero uno dell’Associazione dei Comuni ha pertanto posto l’accento sulla necessità di allentare alcuni vincoli sulla spesa corrente anche “rimodulando il calcolo del fondo crediti dubbia esigibilità graduandolo fino al 2021 anziché al 2019”. E ha chiesto con vigore “norme meno stringenti per gli enti in pre-dissesto”.

Mobilità sostenibile: gli obiettivi

Nel frattempo a Catania oggi si tiene la terza conferenza nazionale per la mobilità sostenibile. “Ringrazio il sindaco Enzo Bianco – ha proseguito Decaro – per aver organizzato questa occasione di confronto in un momento così particolare nel nostro paese in cui molte città si trovano ad affrontare l’allarme smog. Le soluzioni tampone, assunte con senso di responsabilità dai sindaci, non risolvono il problema; è opportuno un impegno di programmazione. Le Regioni hanno la responsabilità non solo di redigere ma anche di dare attuazione ai piani sulla qualità dell’aria”. “La Città Metropolitana di Catania si trova ad affrontare problemi giganteschi, molti dei quali nascono da un uso inadeguato che facciamo della nostra autonomia. Mentre molti sindaci hanno già costituito tutti gli organi e approvato lo Statuto, noi ci troviamo alle prese con una città metropolitana affidata al sesto commissario nel giro di tre anni” ha sottolineato il sindaco di Catania e presidente del consiglio nazionale di ANCI Enzo Bianco parlando delle difficoltà delle Città Metropolitane. “La nostra – ha aggiunto – è una condizione di handicap ma abbiamo una grande voglia di essere competitivi”. A partire proprio dalla sfida della mobilità urbana sostenibile che vede la città di Catania domani ospitare un convegno nazionale sul tema. “Da Catania lanciamo un messaggio forte assieme ai sindaci di grandi città italiane per migliorare il trasporto pubblico urbano che non necessariamente deve passare per le regioni” ha precisato Bianco.
“Abbiamo un grande alleato nel ministro De Vincenti – ha concluso – e siamo sicuri che riusciremo a risolvere anche il tema del nodo burocratico per mettere in piedi concrete politiche di mobilità urbana sostenibile perché, ci dicono dal Governo, che le risorse ci sono“.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *