Digitalizzazione PA: schema del manuale di gestione documentale

La nuova pratica disponibile su Modulisticaonline.it: un’occasione per una analisi approfondita e oggettiva dei propri flussi documentali

24 Gennaio 2024
Scarica PDF Stampa
Modifica zoom
100%
Nell’ottica della non più rinviabile digitalizzazione della PA, tutti gli Enti sono tenuti a redigere, e a tenere aggiornato, il proprio Manuale di Gestione Documentale. Come noto, il Manuale deve essere predisposto sulla base della propria organizzazione. Predisporre il Manuale, offre quindi l’occasione per una analisi approfondita ed oggettiva dei propri flussi documentali e del patrimonio archivistico da custodire come valore storico-culturale, e non va vissuto come un mero adempimento.

Per guidare in questa complessa attività abbiamo messo a disposizione  sul servizio Maggioli Modulisticaonline.it la nuova pratica denominata “Schema di manuale di gestione e relativi allegati”. Lo schema di Manuale qui proposto richiede, come detto, una personalizzazione affinché sia aderente alla realtà dell’Ente, ma offre in ogni caso un importante supporto per gli operatori che devono redigerlo ai sensi delle Linee guida AgID sulla formazione, gestione e conservazione dei documenti informatici e del Cad (d.lgs. 82/2005, codice dell’amministrazione digitale).

Di seguito rendiamo disponibile il vocale della nostra esperta della materia, Morena Bonucci Amadori, che illustra, in sintesi, che cosa debba confluire dentro il Manuale di Gestione Documentale.

>> Questa è solo una delle pratiche contenute in Modulisticaonline.it, il servizio di Maggioli Editore che mette a disposizione tutte le pratiche e i moduli di rilievo per gli operatori degli Enti locali. SE NON SEI ABBONATO RICHIEDI INFORMAZIONI QUI.

Redazione