Questo articolo è stato letto 4.110 volte

Determinazione indennità di funzione degli amministratori locali

Indennità di funzione degli amministratori locali

Assume ampio rilievo la deliberazione della Corte dei Conti, Sez. Controllo per la Lombardia, 15 febbraio 2017, n. 24 secondo la quale alla luce della deliberazione della Sezione Autonomie 35/SEZAUT/2016/QMIG, l’Ente locale deve assicurare l’invarianza secondo il criterio della “spesa storica” in relazione alle sole spese ascrivibili tra gli oneri connessi all’espletamento delle attività relative allo status di amministratore locale (con esclusione di quelli relativi ai permessi retribuiti, agli oneri previdenziali, assistenziali ed assicurativi). L’Ente avrà poi facoltà di determinare l’indennità di funzione degli amministratori nella misura astrattamente prevista dalla norme vigenti, che spetta nella misura prevista dalla tabella A del decreto ministeriale 119/2000, con la riduzione di cui all’art. 1, comma 54, della legge. n. 266 del 2005, a decorrere dalla data di effettiva assunzione dell’incarico.

>> CONSULTA LA DELIBERAZIONE CORTE DEI CONTI, SEZ. CONTROLLO PER LA LOMBARDIA, 15 FEBBRAIO 2017, n. 24.

Leggi anche l’articolo Rinuncia all’indennità di funzione: no al rimborso delle spese di viaggio nei confronti del sindaco.

Testo Unico degli Enti Locali commentato

Testo Unico degli Enti Locali commentato

Riccardo Carpino, 2016, Maggioli Editore
Il volume − aggiornato al D.Lgs. 25 maggio 2016, n. 97 (Traspa- renza), al D.Lgs. 20 giugno 2016, n. 116 (Licenziamento disci- plinare), al D.Lgs. 30 giugno 2016, n. 126 (SCIA) e al D.Lgs. 30 giugno 2016, n. 127 (Conferenza di servizi) − offre una lettura coordinata del Testo Unico...

98,00 € Acquista

su www.maggiolieditore.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *