Questo articolo è stato letto 30 volte

Coronavirus: moratoria anche per i mutui del Credito sportivo garantiti dagli Enti locali

Fonte: Sole 24 Ore

di ELENA BRUNETTO e PATRIZIA RUFFINI (dal Sole 24 Ore) – In collaborazione con Mimesi s.r.l.

In attesa che l’Istituto per il Credito Sportivo renda note le modalità di accesso alla sospensione 2020 delle rate dei mutui contratti dagli Enti locali, già annunciata da giorni sul sito dell’Istituto, gli enti possono “preoccuparsi” dei mutui contratti dalle società e associazioni sportive, per i quali hanno rilasciato garanzie fidejussorie (articolo 207 del Tuel). A favore di questi mutui sono infatti già operative le procedure previste dall’Ics per i mutui contratti da soggetti privati. In questa fase particolarmente delicata per i bilanci degli enti diventa rilevante prestare particolare attenzione anche a queste misure a favore dei soggetti privati, al fine di evitare possibili escussioni delle garanzie in caso di inadempienza nel pagamento delle rate, con ricadute negative sui bilanci degli enti pubblici.

In questa ottica si suggerisce agli enti di segnalare ai soggetti garantiti l’opportunità della sospensione della rate 2020, così come la possibilità di accedere al fondo di liquidità fino a 25.000 da restituire in 6 anni a tasso zero.
Nello specifico, al fine di sostenere le attività danneggiate dalla chiusura degli impianti sportivi a seguito dell’emergenza sanitaria in atto, l’Istituto per il Credito Sportivo ha previsto, su esplicita richiesta dei propri mutuatari, la sospensione del pagamento delle rate in scadenza da marzo a settembre 2020. La sospensione, che non comporterà costi aggiuntivi, potrà riguardare l’intera rata (capitale più interessi) o solo la quota capitale.
L’Istituto procederà quindi alla ricostruzione del piano di rimborso a partire dal residuo debito esistente alla data della sospensione, confermando la durata del finanziamento prevista all’origine.

Per richiedere la sospensione le società e associazioni sportive dovranno inviare l’apposito modulo all’indirizzo di posta elettronica sospensionecovid@creditosportivo.it, indicando nell’oggetto il numero di pratica, con richieste distinte per finanziamento.
Verificata l’adeguatezza della documentazione, l’Ics provvederà a sospendere le rate e comunicherà l’avvenuta rinegoziazione a mezzo email, inviando il nuovo piano di ammortamento.
Infine, l’operazione non richiede la consultazione degli enti garanti, poiché la moratoria dei finanziamenti per lo stato di emergenza nel quale ci troviamo prevede una sorta di adeguamento automatico delle garanzie.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *