Questo articolo è stato letto 42 volte

“Convenzioni per l’ufficio di segreteria”: le richieste dei Segretari (UNSCP)

Convenzioni per l’ufficio di segreteria

Mediante una nota inviata al Ministero dell’Interno (25 novembre 2016), l’UNSCP (Unione Nazionale Segretari Comunali e Provinciali) nel richiamare la propria nota in materia di corretta applicazione della disciplina delle convenzioni di segreteria e ribadire l’infondatezza della Circolare del Ministero dell’interno prot. n. 485-E (P) del 24 marzo 2015 avente ad oggetto: “Convenzioni per l’ufficio di segreteria”, rileva che le recenti sentenze emesse in materia dai Giudici del Lavoro riconoscono la piena fondatezza delle posizioni assunte dall’Unione insieme alle altre OO.SS. In particolare le sentenze ribadisco “che la retribuzione di posizione spettante al ricorrente, quale segretario dei comuni in convenzione convenuti, debba essere determinata in rapporto al totale della popolazione residente negli stessi, previa disapplicazione della nota prot. 76063 del 29 settembre 2014 del dipartimento della Ragioneria di Stato del Mef, della circolare del ministero dell’Interno prot. N. 485 – E – (P) del 24 marzo 2015 e del decreto n. 84 del 17 aprile 2015 della prefettura di Milano” (in questo modo il Giudice del Lavoro del Tribunale di Como con la sentenza 23 settembre 2016, n. 203).

>> Consulta il testo della nota dell’UNSCP del 25 novembre 2016 (inviata a mezzo PEC al Ministero dell’interno).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *