Questo articolo è stato letto 17 volte

Che cosa rimane della prima Settimana dell’amministrazione aperta?

Settimana dell’amministrazione aperta

La prima edizione della SAA (Settimana dell’amministrazione aperta) è stata una palestra di partecipazione:  oltre 242 iniziative su tutto il territorio nazionale, organizzate da più di 154 amministrazioni su base volontaria per promuovere con iniziative concrete la cultura dell’amministrazione aperta. Ecco il bilancio della iniziativa effettuato dalla dott.ssa Pia Marconi, capo del Dipartimento della Funzione Pubblica.

“Quando a giugno 2016 abbiamo voluto rilanciare con forza l’impegno dell’Italia all’interno dell’Open Government Partnership, il nostro obiettivo principale era quello di migliorare il rapporto tra PA e cittadini lavorando insieme alla società civile sui temi della trasparenza, della cittadinanza digitale e della partecipazione. Il risultato è stato l’elaborazione di un piano di azione ambizioso, coerente con alcuni degli assi portanti della riforma della pubblica amministrazione avviata  nel 2014, che abbiamo presentato a dicembre a Parigi, all’interno dell’OGP Summit.

All’interno delle azioni del Terzo Action Plan, con l’istituzione della Settimana dell’Amministrazione Aperta (SAA) abbiamo raccolto la sollecitazione delle organizzazioni della società civile che partecipano all’Open Government Forum, di costruire ponti tra le amministrazioni pubbliche e i cittadini per favorire il diffondersi della cultura e pratica della trasparenza, della partecipazione e dell’innovazione digitale.
La SAA è un appuntamento da ripetersi ogni anno. Nella sua prima edizione, che si è tenuta dal 4 – giorno dell’Open Data Day – all’11 marzo 2017, ha visto la partecipazione di oltre 20.000 persone a 242 iniziative su tutto il territorio nazionale, animate da più di 154 amministrazioni, oltre 30 organizzazioni della società civile e circa 85 realtà tra scuole e università”.

>> Consulta qui il report completo della SAA.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *