Questo articolo è stato letto 0 volte

CCRE: l’”Europa per i cittadini” dopo il 2013, consultazione pubblica

Il Consiglio dei Comuni e delle Regioni d’Europa (CCRE) ha lanciato una consultazione pubblica volta a  presentare proposte per il futuro programma “L’Europa per i cittadini” dopo il 2013. Le principali questioni sono: come si configura “l’Europa senza frontiere”?  Quale decisione politica rafforzerebbe il senso di appartenenza all’Europa? Quale ruolo possono svolgere i migranti a livello locale per promuovere il dialogo interculturale e la tolleranza? Come prepararsi all’integrazione nell’Unione Europea dei cittadini e degli attori locali dei Paesi in attesa di adesione? E come su può promuovere il dialogo tra i cittadini e coloro che non fanno ancora parte dell’Ue?.
Al termine del periodo di consultazione, previsto per il 20 Luglio 2011, il CCRE organizzerà in un ’libro verde’ i contributi ricevuti e i risultati dei tre seminari regionali organizzati nel 2010 dal CCRE. Questi ultimi hanno consentito di identificare i diversi approcci e pratiche di cittadinanza a nord, sud e centro-est. Tale documento sarà lanciato in occasione del Congresso su cittadinanza e gemellaggio di Rybnik, in Polonia dal 29 settembre al 1 ottobre 2011. L’evento sarà organizzato dal CCRE, l’Associazione delle Città polacche e dal comune di Rybnik. Le conclusioni del Congresso di Rybnik saranno integrate al “Libro bianco per una nuova cittadinanza europea” che il Ccre dovrà presentare alla Commissione prima della fine del 2011.
Il Ccre informa che chi volesse inviare contributi potrà farlo con una mail al seguente indirizzo: manuella.portier@ccre-cemr.org  oppure tramite posta ordinaria a: Conseil des Communes et Régions d’Europe, Secrétariat général 15 rue de Richelieu F-75001 Paris 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *