Questo articolo è stato letto 127 volte

Banca dati nazionale per la registrazione delle disposizioni anticipate di trattamento (DAT)

Banca dati nazionale per la registrazione delle disposizioni anticipate di trattamento (DAT)

Il Ministero dell’Interno, Direzione centrale per i servizi demografici, ha emanato la circolare n. 2 del 31 gennaio 2020, con cui fornisce istruzioni tecnico-operative per l’applicazione del d.m. 168/2019 che ha istituito la banca dati nazionale per la registrazione delle disposizioni anticipate di trattamento (DAT).

La circolare richiama l’attenzione sugli adempimenti previsti dall’art. 11 del d.m. 10 dicembre 2019, n. 168, da parte degli Ufficiali dello stato civile dei comuni di residenza dei disponenti, a partire dalla data del 1° febbraio 2020. In particolare, si segnala che gli Ufficiali di stato civile dovranno trasmettere entro sessanta giorni dall’attivazione della Banca dati nazionale delle DAT, al Ministero della Salute, affinché venga inserito nella Banca dati, “un elenco nominativo delle persone che hanno espresso dichiarazioni anticipate di trattamento, antecedentemente alla realizzazione della Banca dati nazionale”, cioè a partire dal 31 gennaio 2018, data di entrata in vigore della legge n. 219/2017, utilizzando un apposito modulo.

>> IL TESTO DELLA CIRCOLARE DEL MINISTERO DELL’INTERNO.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *