Questo articolo è stato letto 1 volte

Ballottaggi amministrative 2016, Alfano: rafforzeremo misure per la sicurezza del voto

“Massima attenzione all’ordinato svolgimento del turno di ballottaggio a Napoli e negli altri sette comuni della provincia interessati al voto delle elezioni comunali il prossimo 19 giugno”. Lo ha assicurato ieri il Ministro dell’interno Angelino Alfano, rispondendo a Montecitorio ad una interrogazione sulle iniziative per garantire la massima trasparenza in relazione al secondo turno delle elezioni amministrative dopo le notizie di presunte irregolarità verificatesi in occasione del voto amministrativo del 5 giugno a Napoli.

Alfano ha ricordato che, “specifiche misure sono state già attivate”, dalla prefettura di Napoli, in occasione del primo turno elettorale con l’impiego di 900 operatori di pubblica sicurezza e di 40 pattuglie per la vigilanza attorno ai seggi. Sono, ha aggiunto il ministro, 11 le persone denunciate per aver introdotto apparecchiature elettroniche all’interno dei seggi. Il dispositivo per la sicurezza del voto,  ha aggiunto il titolare del Viminale, “sarà confermato e rafforzato per il turno di ballottaggio”.

Il Ministro dell’interno ha ricordato, infine, che sulle presunte irregolarità segnalate fuori dai seggi la procura di Napoli ha avviato una indagine per verificare fondatezza delle immagini pubblicate da un sito di informazione.

Sul secondo quesito per l’introduzione del voto elettronico, dopo i problemi riscontrati nello scrutinio delle schede elettorali nella Capitale in occasione del primo turno delle amministrative, il Ministro Alfano, ha precisato che, “gli adempimenti prescritti per legge sono stati comunque completati per l’elezione del sindaco e del Consiglio a cura dell’ufficio centrale costituito presso il Tribunale di Roma, mentre per le elezioni dei municipi l’attività sostitutiva è stata svolta dai 14 uffici centrali corrispondenti alle municipalità capitoline. Inoltre, non si è verificato alcuno smarrimento di schede”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *